Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Food Affairs

MERCATO & BUSINESS

Scocchia: Illy investe su Usa e Cina e Trieste; apertura di una decina di nuovi negozi entro il 2026 anche a Milano, Roma, Parigi, Londra

Dopo il bilancio record del 2022 con un giro d’affari di 567,7 milioni, Illycaffè annuncia gli ultimi conti e il piano di crescita. «I ricavi dei primi 11 mesi sono aumentati del 4% e ci aspettiamo che dicembre sia un altro mese positivo — dice in un’intervista al Corriere della Sera la ceo del gruppo Cristina Scocchia —. Il margine operativo lordo (71,4 milioni nel 2022, ndr.) è atteso a doppia cifra sui ricavi, la posizione finanziaria netta è in miglioramento» (154,3 milioni nel 2022, +25%).

«Vogliamo aumentare la redditività incrementando la nostra presenza globale — dice la manager —. Al primo posto gli Stati Uniti, quindi la Cina e i mercati europei. Abbiamo allargato le vendite ai clienti super premium sia nella grande distribuzione organizzata sia nel canale hotel e ristoranti, sia online».

Negli Usa (+16% nel 2021-22) è previsto il raddoppio. «Valevano circa 100 milioni nel 2021, l’obiettivo è arrivare a 180-200 nel 2026», dice Scocchia, che ha stretto un accordo con Amazon per il mercato americano e prevede di aprire un monomarca a New York. Oggi nel mondo i negozi diretti Illy sono 15: «Vogliamo crescere di una decina entro il 2026 con aperture anche a Milano, Roma, Parigi, Londra».

Quanto alla Cina, dove Illycaffè ha firmato un accordo di distribuzione con Hangzhou Onechance Tech per la grande distribuzione e l’ecommerce, l’obiettivo è triplicare: «La Cina ha avuto difficoltà macroeconomiche che si sono riflesse anche sul mercato del caffè. Abbiamo deciso di ricalibrare la strategia. I risultati dell’intesa con Onechance nei primi sei mesi sono positivi. Stiamo cercando di mettere la nave con le vele nel modo giusto». L’idea è chiudere il 2023 con ricavi al 33% dall’Italia, al 18% dagli Usa e al 21% dall’Emea. L’accelerata negli Usa è favorita dal socio Rhone Capital (20%). I dettagli sulla quotazione in Borsa sono attesi l’anno prossimo.

Sull’Italia il consiglio d’amministrazione del 30 novembre ha confermato i 120 milioni per il raddoppio della capacità a Trieste. Dice Scocchia: «Abbiamo iniziato a costruire una nuova tosteria e nuove linee di montaggio, abbiamo assunto 28 lavoratori somministrati nell’ultimo anno e arriveremo a 64 in gennaio. È un investimento importante mentre in tanti rallentano. In salita si accelera». (…)

Advertisement. Scroll to continue reading.

Food ESG Affairs

TM

Food ESG Affairs

Articoli correlati

EVENTI

illycaffè torna a Venezia con le illy Art Conversations, la serie di dialoghi sull’arte, realizzata quest’anno in collaborazione con The Human Safety Net, in...

EVENTI

illycaffè riapre al pubblico il suo flagship store di Parigi Opéra che si ripropone, dopo un progetto di restyling, con un concept rinnovato, piena...

COMUNICAZIONE

 illycaffè, il marchio globale del caffè conosciuto per la sua qualità sostenibile e per il canale di comunicazione privilegiato che ha creato con il...

COMUNICAZIONE

illycaffè presenta la nuova illy Art Collection firmata dall’artista e accademico Lee Ufan. Di origine coreana e residente in Giappone, Lee Ufan è uno...

MERCATO & BUSINESS

Riccardo Illy controllerà il 95% del Polo del Gusto tramite la holding EXGI Srl, mentre il 2,5% continuerà a essere posseduto dal Gruppo Illy...

SOSTENIBILITÀ

“Nel giro di pochi decenni, fino al 50% dei terreni destinati all’agricoltura del caffè potrebbe non essere più idoneo alla coltivazione, mentre oltre l’ottanta...

-