Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Food Affairs

SOLIDARIETÀ

Mortadella Bologna con UDI per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Appuntamento sabato 25 novembre alle ore 10.30 a Palazzo Pepoli – Museo della Storia di Bologna per partecipare alla preparazione della Balanzona rosa, conoscere le attività del Centro Antiviolenza, assistere a letture a cura dell’attrice Donatella Allegro e la testimonianza di una donna che è uscita dalla violenza

Il Consorzio italiano tutela Mortadella Bologna collabora con UDI (Unione Donne in Italia) in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. “Un progetto per pensare insieme e ricordarci quanto sia importante il rispetto per tutti, oltre a confrontarci su quanti gesti e momenti passino spesso inosservati nella nostra vita di tutti i giorni” – dichiara Guido Veroni, Presidente del Consorzio.

In questa occasione, verrà presentata la “Balanzona”: una reinterpretazione del tipico tortellone bolognese (il Balanzone è un must della cucina felsinea, realizzato con pasta fresca all’uovo, spinaci e Mortadella Bologna) in veste rosa, che simboleggia da un lato il pasto come momento di convivialità e confronto, dall’altro il lavoro svolto dalle donne all’interno del tessuto sociale.

L’incontro, patrocinato dal Comune di Bologna e con la partecipazione dell’Associazione delle Sfogline che realizzeranno dal vivo la Balanzona, si svolgerà, a partire dalle 10:30, sabato 25 novembre presso il Museo della Storia di Bologna – Palazzo Pepoli. Nel corso dell’evento sarà possibile partecipare alla preparazione della Balanzona rosa, conoscere le attività del Centro Antiviolenza, assistere a letture a cura dell’attrice Donatella Allegro e alla testimonianza di una donna che è uscita dalla violenza.

Food ESG Affairs

TM

Food ESG Affairs

Articoli correlati

MANAGEMENT & LAVORO

Nel corso dell’ultimo Cda, Tiziano Ferrarini, dell’azienda Salumifici GranTerre, è stato nominato Vicepresidente del Consorzio, andando ad affiancare il Presidente Guido Veroni. Nell’accettare l’incarico...

-