Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Food Affairs

GDO

Italiani attenti ai comportamenti sostenibili in cucina. Ma attenzione all’overbuying, principale responsabile dello spreco alimentare

La quotidianità degli italiani è sempre più orientata verso comportamenti sostenibili, che hanno l’obiettivo di ridurre l’impatto delle nostre scelte di consumo sul pianeta.

Lo rivela HelloFresh – servizio di box ricette a domicilio – che fa il punto della situazione nel Report HelloFresh 2023 Food for Thought, indagine svolta con l’istituto di ricerca Censuswide. Dall’analisi – che porta una ventata di ottimismo mettendo in luce il lato virtuoso degli italiani – emerge che l’85% degli intervistati considera la sostenibilità un fattore fondamentale quando si parla di preparare e cucinare la cena.

ITALIANI VERSO UNO STILE DI VITA SEMPRE PIÙ SOSTENIBILE

I dati della survey commissionata da HelloFresh svelano quanto sia importante per gli italiani contribuire a un domani più verde, a partire dalle piccole azioni della vita quotidiana. Ad esempio, il 92% degli intervistati dichiara di spegnere luci e di scollegare i dispositivi elettronici quando non sono in uso per contenere lo spreco di energia e il 49% afferma di ridurre il consumo d’acqua.

Per quanto riguarda i prodotti alimentari, dalla survey di HelloFresh si denota che attenzione e consapevolezza ambientale stanno guidando le scelte d’acquisto: la provenienza geografica di un determinato alimento così come la quantità di materiale adoperata per il suo confezionamento sono infatti due fattori presi in considerazione al momento dell’acquisto, rispettivamente per il 39% e 34% degli intervistati.

Advertisement. Scroll to continue reading.

SPRECO ALIMENTARE, UN TEMA MOLTO SENTITO

Dall’indagine di HelloFresh si evince che la cucina è una delle principali aree da cui partire per adottare uno stile di vita più sostenibile, come conferma il 43% degli intervistati.

Nel dettaglio, si riscontra una grande attenzione degli italiani verso il tema degli sprechi alimentari al punto che il 35% degli intervistati dichiara di impegnarsi attivamente per ridurre lo spreco di cibo nella propria quotidianità. Tra le soluzioni più diffuse per contenere gli sprechi spiccano congelare gli alimenti in eccesso, messo in atto dal 35% degli italiani, e convertire i propri rifiuti organici in compost al fine di ottenere un fertilizzante naturale, come dichiarato dal 12% dei rispondenti.

OVERBUYING, COMPRARE TROPPO È IL COMPORTAMENTO PRINCIPALE DIETRO LO SPRECO ALIMENTARE

Nonostante l’interesse a contenere il più possibile il generarsi di sprechi alimentari, una buona percentuale degli intervistati – il 36% – dichiara di gettare gli alimenti di troppo uno o due volte alla settimana, perché non più idonei al consumo.

Ma quali sono le cause principali di questa eccedenza? Dall’indagine di HelloFresh emergono i comportamenti collegati all’overbuying ossia un eccesso di acquisto di cibo nelle nostre cucine: per il 40% degli intervistati lo spreco di cibo è causato dalla spesa che non prende in considerazione gli alimenti già presenti in casa, mentre per il 29% la ragione principale coincide nel sovrastimare le quantità necessarie alla realizzazione di un determinato piatto. Dall’analisi emerge anche che 1 intervistato su 3 sente di non riuscire a indirizzarsi verso uno stile di vita più sostenibile a causa del carovita, che impatta in maniera importante sul prezzo dei beni di più largo consumo.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Food ESG Affairs

TM

Food ESG Affairs

Articoli correlati

TREND

Negli ultimi anni i consumatori europei hanno dimostrato un elevato grado di curiosità e una sempre maggiore apertura verso la cucina orientale. Nei primi...

TREND

Il Natale è nell’aria. Lo si avverte, lo si respira passeggiando per le strade addobbate, osservando le vetrine dei negozi e in tv dove...

-
Advertisement