Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Food Affairs

COMUNICAZIONE

Team in espansione per Everli: 166 dipendenti in Italia (+49% rispetto al 2019) e oltre 35 nuove posizioni aperte a livello internazionale

 L’espansione prosegue serrata sia in Italia sia in Europa: raggiunti i 233 dipendenti a livello europeo (di cui il 71% in Italia) e previsto un ulteriore incremento del 34% dell’organico complessivo entro la fine del 2021.  Il remote working come nuova strategia aziendale per supportare le esigenze dei dipendenti e garantire loro il giusto equilibrio tra la vita privata e quella professionale

Negli ultimi dodici mesi Everli – il marketplace leader in Europa nella spesa online – ha registrato numeri significativi e performance positive, sia in termini di fatturato sia di crescita dell’organico dell’azienda.


A conferma di un percorso di sviluppo continuo, partito con l’espansione internazionale in Polonia nel 2019, a cui sono seguite Francia e Repubblica Ceca nel 2021, e grazie anche all’ultimo round di finanziamento Serie C da 100 milioni di dollari completato a marzo di quest’anno, Everli ha consolidato la sua presenza sul mercato italiano ed europeo, affermandosi come la piattaforma di riferimento per il settore e-grocery.

Nell’ultimo anno l’azienda ha registrato una crescita importante del proprio organico, raggiungendo i 166 dipendenti in Italia (71% del totale in Europa), con ben 83 nuove risorse assunte nel 2020 e una previsione di crescita dell’organico del 34% entro fine 2021. Everli è una realtà estremamente giovane, dove il talento viene valorizzato e i criteri di diversity e inclusione costituiscono i punti forza della filosofia aziendale. L’età media dei dipendenti italiani è infatti di 32 anni e di questi il 40% sono donne (+69% rispetto al 2019), in allineamento alla composizione dello staff in Europa, dove la quota rosa rappresenta il 41% e l’età media è la stessa.

Advertisement. Scroll to continue reading.

“In un anno complesso sotto molteplici punti di vista, attraverso il nostro servizio siamo riusciti davvero a fare la differenza, raggiungendo risultati importanti in un momento delicato e senza precedenti”, ha dichiarato Federico Sargenti, CEO di Everli“La nostra mission è quella di eliminare le complessità e garantire un’esperienza sicura e serena per tutte le persone coinvolte dal nostro servizio, e vogliamo continuare a fare del nostro meglio per i nostri dipendenti e collaboratori, tutelando le loro necessità e le loro aspirazioni. Per questo crediamo fermamente in una cultura aziendale inclusiva, attenta alle diversità e incentrata sulla valorizzazione dei talenti e delle competenze personali, così come sulla flessibilità organizzativa e sull’equilibrio tra lavoro e vita privata.”

Everli ha da sempre favorito soluzioni di smart e remote working, valorizzando un approccio al lavoro basato sulla performance e sulla flessibilità, anche prima dell’emergenza pandemica. In un anno segnato da periodici lockdown e restrizioni, l’azienda è riuscita ad assicurare in maniera continuativa le proprie prestazioni, grazie a strumenti, tecnologie e flussi di lavoro che hanno consentito ai dipendenti di svolgere le proprie mansioni in maniera efficiente, anche dalle proprie abitazioni.

Col rientrare della fase acuta della pandemia, però, è emersa l’esigenza di pensare a una nuova riorganizzazione interna, in grado di garantire ai collaboratori il giusto equilibrio tra la vita privata e quella professionale, senza rinunciare ad occasioni di incontro e scambio coi colleghi e alla presenza in ufficio in sicurezza. Everli ha dunque adottato una nuova strategia di remote working – già parzialmente sperimentata in questi mesi e che sarà ulteriormente implementata a partire da settembre – che suddivide i dipendenti in due cluster – fully remote workers e flex workers – sulla base delle esigenze dei singoli profili e dei diversi team di lavoro, garantendo rispettivamente il telelavoro e la parziale presenza in ufficio in maniera flessibile e funzionale al ruolo e alle attività di ognuno.

Con la nuova organizzazione, l’azienda incrementerà ulteriormente gli investimenti – già avviati – negli strumenti e nei contenuti di formazione, nell’organizzazione di attività di off-site e team building e in specifiche policy di welfare per prevedere agevolazioni per l’acquisto di beni di consumo, contenuti digitali d’intrattenimento, e-learning e cultura.

Se il 2020 ha visto crescere molto i reparti di Tech, Operations, Product e Design dell’azienda, il 2021 sarà caratterizzato da un importante focus su aree come Tech e Marketing, nell’ambito di un’ampia attività di recruiting in corso – oltre 35 nuove posizioni apertea livello internazionale – per l’inserimento di figure professionali con differenti responsabilità, partendo dalle aree finance (accounting e business partner),  design (illustration&motion, content designer), marketing (comunicazione interna, CRM, marketing manager Italia) e customer service.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Nata a Verona nel 2014, Everli è partner di alcune tra le più grandi catene di supermercati europee (come ad esempio Lidl, Kaufland e Carrefour), che permettono all’azienda di avere accesso a oltre 300.000 prodotti e di distribuirli in più di 70 città europee, in Italia, Polonia, Francia e Repubblica Ceca. Nel 2020 – in virtù del rapido cambiamento delle abitudini dei consumatori nei confronti dei canali online – le vendite di Everli a livello globale sono quadruplicate, consentendo alla società di raggiungere un fatturato di 110 milioni di euro. Dal suo lancio, Everli ha continuato ad espandersi rapidamente e la sua presenza internazionale ad oggi pesa più del 20% sul totale degli ordini.  

Food ESG Affairs

TM

Food ESG Affairs

Articoli correlati

-