Una nuova linea per l’acqua minerale che scaturisce dalla storica fonte marchigiana, nella nuova e raffinata bottiglia di vetro che sembra disegnata dall’acqua stessa.

San Cassiano Gala è una nuova linea per l’acqua minerale che scaturisce dalla storica fonte marchigiana, nella nuova e raffinata bottiglia in vetro da 75 cl che sembra disegnata dall’acqua stessa. La  fonte, situata nel versante marchigiano del  Massiccio del Monte Cucco e conosciuta  dal 1119, è custodita da tre generazioni  dalla famiglia Togni, che si impegna a preservare l’integrità del prodotto e del suo  territorio. Un progetto esclusivo di acqua in vetro che porta in sé i valori di sostenibilità, valorizzazione e salvaguardia del territorio, sicurezza e rigore in termini di qualità dei prodotti.

Il design bottiglia si ispira all’elegante solidità delle montagne marchigiane richiamando, al contempo, la leggerezza dell’acqua. Le linee morbide e avvolgenti, nella parte superiore, si ispirano alla perfezione dei cerchi disegnati dal tuffo di una goccia. Il nuovo logo è la rielaborazione grafica di un quadrifoglio in bassorilievo, che decora l’interno di un’abbazia romanico-gotica situata a pochi passi dalla fonte. Coerente nell’esaltare la naturalità del prodotto e il senso di appartenenza al territorio anche la scelta dei colori delle etichette: il verde dei boschi e delle vallate per l’acqua naturale, il rosso brunito delle rocce appenniniche per quella frizzante.

Una nuova livrea, per conquistare gli occhi, oltre al palato, sulle più raffinate tavole di eventi e ricevimenti in ristoranti, bar e hotel, come evoca il nome GALA.

Nella trasparenza del vetro bianco: per offrire un’esperienza sensoriale al tatto e alla vista, per mantenere inalterate le proprietà organolettiche del contenuto, e per una scelta di sostenibilità.

Questi temi si traducono anche in una nuovissima visual identity nel digitale. È stato infatti da poco lanciato il nuovo sito San Cassiano: chiaro e limpido come l’acqua stessa, graficamente adotta una palette cromatica che perfettamente si sposa con i concetti di territorio e natura abbracciati dal brand.

Territorio, storia, acqua ed una sezione magazine sempre aggiornata, alimentata tra le altre da preziose collaborazioni. È in quest’ottica che è nata la preziosa partnership con la fondazione Aristide Merloni, al fine di veicolare i contenuti prodotti per il progetto Appenines Discovery: un’applicazione volta a promuovere i nostri Appennini e territorio con suggerimenti che spaziano dai sentieri da percorrere, a pillole di storia, luoghi da visitare o tipicità culinarie del luogo.
Ad arricchire internamente il nostro magazine anche la collaborazione con la rinomata chef marchigiana Serena D’Alesio che, in ogni articolo, racconterà una sua ricetta, con la stessa passione, dedizione ed estro che mette in ogni sua creazione. Un’altra eccellenza tutta Made in Marche.