Sarà piazzale Fellini a Rimini a ospitare il villaggio del Gelato Festival in cui si terrà la finale del Gelato Festival World Masters, a settembre 2021. È quanto il presidente e fondatore del Gelato Festival, Gabriele Poli, ha annunciato al Sigep. Articolata su un percorso di qualificazione lungo 4 anni, la sfida per il titolo di miglior gelatiere artigianale del pianeta organizzata in partnership con Carpigiani e Sigep – Italian Exhibition Group culminerà con la finalissima tra i 36 campioni che si saranno qualificati, di cui già conosciamo i primi sette: si tratta di Eugenio Morrone (ITA), Giuseppe Cimino (GER), Adam Fazekas (HUN), Mike Guerriero (USA), Diego Comparin (USA), Claudia Trotta (GER) e Keisuke Katayama (JAP). Gli altri finalisti, provenienti da tutto il mondo, saranno i vincitori sia delle finali continentali in programma quest’anno e l’anno prossimo, sia – in base ai Paesi di provenienza – delle tappe internazionali del Gelato Festival e del Carpigiani Day 2021.

Se la finale del Gelato Festival World Masters 2021 resta sullo sfondo, il 2020 si presenta pieno di sfide per i gelatieri di tutto il pianeta: all’orizzonte c’è infatti un tour di 7 tappe in Europa, 5 negli Stati Uniti e decine di challenge in tutto il mondo. Si parte con l’edizione europea che inizia il weekend 25-26 aprile a Firenze con la tappa inaugurale di Gelato Festival 2020. A questa seguiranno gli appuntamenti a Roma (1-3 maggio) e a Milano (16-17 maggio), poi la kermesse si sposterà all’estero con le tappe di Barcellona (23-24 maggio), Berlino (6-7 giugno), Londra (27-28 giugno) e Manchester (4-5 luglio). Il programma proseguirà in parallelo ad di là dell’Atlantico con l’edizione americana, articolata in 5 tappe: Dallas (30-31 maggio), Chicago (15-16 agosto), Washington DC (5-6 settembre), New York (19-20 settembre) e West Hollywood (3-4 ottobre). La novità del tour 2020 sarà l’apertura al mondo del caffè artigianale, con una serie di competizioni dedicate ai gelatieri per rafforzare il loro legame con quest’eccellenza del made in Italy. Un modo per aumentare i clienti e il fatturato dei punti vendita che sposano gelato e caffè, riducendo al contempo la stagionalità.

Se proprio lo store esperienziale di West Hollywood ha segnato la novità della passata stagione – con l’inaugurazione dello spazio in Melrose Avenue (Los Angeles), dove si alternano gelatieri professionisti da tutto il mondo a preparare i gusti che li hanno resi famosi – quest’anno segna il debutto del merchandising del Gelato Festival, inteso soprattutto come volano di crescita per i gelatieri: dalle giacche alle medaglie, dai trofei alle coccarde fino ai pacchetti digitali e il libro che riunisce i migliori 100 gelatieri del mondo, si tratta di una serie di pacchetti legati sia al Gelato Festival in sé sia al Gelato Festival World Ranking, per dare maggiore visibilità ai traguardi ottenuti dai gelatieri.

Sempre al Sigep, il Gelato Festival ha aggiornato il Gelato Festival World Ranking© per l’anno 2020, la classifica permanente che definisce la graduatoria dei migliori gelatieri artigianali a livello planetario. Dopo il lancio lo scorso anno, sabato 18 gennaio sono stati svelati i nuovi punteggi e le nuove “corone”, ossia il riconoscimento assegnato a chi raggiunge un punteggio particolarmente alto, da una a un massimo di cinque.

“Dal palco di Sigep – spiega Gabriele Poli, fondatore e presidente del Gelato Festival – lanciamo le nuove sfide future che vedranno la nascita di una nuova competizione sul caffè dedicata ai professionisti del gelato con l’obiettivo di professionalizzare i gelatieri su un altro prodotto di eccellenza artigianale: il caffè all’italiana. Abbiamo presentato anche il merchandising del Gelato Festival World Ranking che consentirà ai gelatieri di comunicare al meglio i propri successi internazionali”.

“Siamo arrivati a metà di questo splendido percorso – continua Achille Sassoli, market development director di Carpigiani – “che ci ha permesso di incontrare migliaia di gelatieri in tutto il mondo con una selezione di gusti straordinari. Abbiamo un intenso calendario di nuovi Challenge in tutto il mondo per accogliere le sempre maggiori richieste di partecipazione. Con soddisfazione posso dire che ci prepariamo ad una finale mondiale senza precedenti in cui rappresenteremo il meglio della cultura del gelato artigianale dai 5 continenti”.

“Gelato Festival – conclude Patrizia Cecchi, Exhibitions Italy Director di Italian Exhibition Group – rappresenta un’esperienza di grande successo per promuovere il sistema del gelato artigianale italiano nel mondo. Un’esperienza che ci vede partner convinti fin dal debutto e che ben si sposa con la filosofia del Sigep, manifestazione che continua a crescere puntando su innovazione, internazionalità e formazione. Italian Exhibition Group, che dal giugno scorso è quotata alla Borsa di Milano, crede molto nella filiera del food&beverage, alla quale offre una serie completa di prodotti espositivi, con l’obiettivo di far crescere tutta la filiera sugli scenari internazionali. A Sigep tutto ciò è ben evidente, sono presenti operatori e buyers provenienti da ogni continente. Ora, con questa nuova edizione del Gelato Festival, sono certa proseguiremo con successo quel viaggio nelle località più promettenti del pianeta per accrescere la cultura del gelato artigianale e la diffusione di un prodotto diventato, a ragione, uno deli emblemi del made in Italy alimentare”.

Con l’edizione 2020 il Gelato Festival arriva all’undicesimo anno di attività, avendo debuttato a Firenze nel 2010 ispirandosi all’ideazione della prima ricetta di gelato per mano del poliedrico architetto Bernardo Buontalenti nel 1559. Da allora la manifestazione ha allargato i propri confini espandendosi prima nel resto d’Italia, poi in Europa e negli Usa, prima di abbracciare tutto il pianeta con il campionato mondiale dei Gelato Festival World Masters 2021.