Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Foodaffairs: news su food, comunicazione, adv, mktg, sostenibilità

Food Affairs

Dopo il poké esplode il trend della cucina tradizionale cinese. Just Eat: super richiesta di bao e ravioli anche street food e delivery

Dal +250% dei baozi, fino al +400% di crescita nel 2018 per bao e ravioli. Spopolano i nuovi ristoranti per far provare questi food concept a domicilio. Il trend parte da Milano.

Just Eat, app leader per ordinare online pranzo e cena a domicilio in tutta Italia e nel mondo, lancia il nuovo trend 2019, portando per prima sulla piattaforma la cucina Bao&Ravioli. Anticipatore di nuove tendenze, Just Eat conferma la capacità di scoprire quelli che saranno i cibi del futuro e di portarli per primo nelle case degli Italiani grazie al food delivery. Bao (e baozi) e ravioli si preparano a conquistare l’Italia grazie a nuovi ristoranti dedicati a questo food concept che viene dal lontano Oriente.

L’importanza gastronomica del mondo orientale è un dato considerevole, basti pensare che solo nell’ultimo anno i ristoranti cinesi che fanno anche food delivery sono cresciuti di oltre il +40%, attestando un’autentica new wave di questa cucina nelle preparazioni e ricette tradizionali, realizzate da chef ed esperti che riproducono fedelmente piatti e ricette, raccontando sapori diversi dai nostri, e rispettosi di stagionalità e regionalità. Fra i nuovi locali c’è una buona presenza anche di quelli esclusivamente dedicati alla delivery e anche di concept food, che presentano poche, ma selezionate proposte in termini di piatti. Questa situazione è rappresentativa dell’importanza che il food delivery assume, per leggere le tendenze, interpretare e tradurle in disponibilità di consegna a domicilio.

Secondo l’ultimo Osservatorio di Just Eat, che analizza ogni anno le tendenze del cibo a domicilio in Italia, dopo un lungo periodo in cui il re è stato (ed è ancora) il pokè, con quel suo guizzo hawaiano, si fanno strada il Bao, con le sue varianti e i famosi ravioli cinesi. Le più recenti evidenze attestano un incremento vertiginoso di questi piatti a domicilio, con un +400% per il Bao nel 2018 e del +60% nei soli primi tre mesi del 2019. Questi paninetti si distinguono per la morbidezza dell’impasto e per il caratteristico gusto leggermente dolce, mentre il ripieno preferito nella delivery è il classico con sfilaccetti di manzo e salse. Il ripieno all’anatra è il più in crescita, ma vanno forte anche quelli totally veg, quelli dolci o quelli alla griglia, come quelli a forma di maialino dolci-salati di Kung Fu Bao, ristorante interamente dedicato a questa cucina.
I baozi, con la loro chiusura a fiore e il loro sapore unico, nel 2018 sono cresciuti del +350% e nell’ultimo periodo del +250%. Piacciono agli italiani, in ordine dai più ordinati, al vapore, con ripieno di carne, brasati, dolci, con pollo, veggie e anche fritti!
I ravioli sono invece da sempre il piatto più conosciuto se si parla di cucina cinese, e la loro notorietà a tavola li porta a una crescita nel 2018 del +450% e alla nascita, a Milano, di raviolerie dedicate, come Olo Olo ravioleria e Ravioleria Hui Hui. I più ordinati sono quelli alla griglia, seguiti da quelli al vapore, entrambi di carne. Sono poi amati anche in versione con gamberi, alla piastra, con verdure al vapore e anche in mix con pollo e curry, con cavolo cinese, con funghi, con spinaci, con pesce bianco, con ripieno di edamame, fritti e anche in brodo.

E infine ci sono anche i Dim Sum, ravioli forse all’apparenza, ma da non confondere con essi! Questi bocconcini cotti al vapore, ma anche fritti e in tante varietà! In Oriente sono amatissimi come street food e non solo e anche qui in Italia vanno forte e a domicilio crescono del +175%. Qui i preferiti sono alla griglia, con carne, seguiti dalle versioni con gamberi e verdura, e le due proposte di Ghe Sem, food concept milanese che crea dim sum dalla tipica forma e consistenza dei dumpling cinesi, con ripieni di ricette della tradizione italiana, e nascono così il gusto piemontese (carne di fassona, pomodoro, scalogno e cipolla caramellata) e quello alla Norma (pomodoro, melanzane e ricotta salata), sono molto apprezzate e richieste.

Apripista delle novità e quindi divulgatrice della moda che incorona bao e baozi è la città di Milano, che vive in zona Paolo Sarpi, di una vivace concentrazione di autentiche botteghe che sfornano ricette e proposte culinarie disponibili anche a domicilio, tramite la delivery. In tutta la città spopolano locali che offrono le nuove specialità orientali e sono partner di Just Eat, come Maoji Street Food e Maoji Mini, che ripropongono il vero street food cinese, Bao House, Ama Dim Sum, Asian Flavour – Ramen & Dim Sum, Kung Fu Bao, con la sua varietà di ravioli e bao anche dolci, Fan Wu, The Dumplings, Duo Mi, Lo’s, Ristorante Fortuna, Mao Hunan, MG Foodie, Wok on the go, Wok of Milan e Ghe Sem.

E nelle altre città? Anche se il trend parte da Milano, tra le città che già dimostrano un amore per i baozi, troviamo Torino e Bologna, per i bao Roma e Genova.

-
-

Altri articoli

COMUNICAZIONE FOOD

Ultima referenza della sua limited edition 2021 che chiude le celebrazioni per il 700° anniversario della morte di Dante L’amor che move il sole...

COMUNICAZIONE FOOD

A 700 anni dalla morte di Dante, Magnum lancia tre limited edition ispirate ai tre cantici della Divina Commedia, Inferno, Purgatorio e Paradiso. Con...

COMUNICAZIONE FOOD

Digital Angels, società specializzata nei servizi di digital marketing, SEO e data analytics è stata riconosciuta come caso di successo da Facebook for Business,...

FOOD BUSINESS

Fico Eataly World, il parco tematico del cibo italiano, ha riaperto in una versione rinnovata e, secondo una ricerca turistica di questi giorni, si...

-