Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Food Affairs

SOSTENIBILITÀ

Lo spreco alimentare equivale a 9 miliardi di euro: ogni famiglia butta 252 euro di cibo all’anno. Se ne parla nel convegno “Innovazione e digitalizzazione per un’economia circolare per ridurre lo spreco e promuovere il riuso”

Ogni anno nel periodo delle festività natalizie 500mila tonnellate di cibo finiscono in pattumiera a causa degli sprechi alimentari che si registrano all’ interno delle abitazioni private. Un malcostume che incide sempre di più sul portafogli delle famiglie, considerati i pesanti aumenti registrati nell’ ultimo periodo per i prezzi di alimenti e bevande. Lo denuncia Assoutenti, che segnala come tra i generi alimentari più sprecati a Natale compaiano, oltre a prodotti freschi quali frutta e verdura, anche pasta, pesce, panettoni, torroni e spumante. Con la conseguenza che per ogni singola famiglia fino a 80 euro di cibo rischia di finire nella spazzatura.

Solo nel settore alimentare lo spreco in Italia vale 9 miliardi di euro all’anno, di cui circa 6,5 miliardi solo all’interno delle nostre case. Finiscono nella spazzatura in media 524 grammi pro capite di cibo a settimana, ovvero circa 75 grammi al giorno e 27,2 kg annui. Pane e verdure fresche sono fra gli alimenti più spesso buttati, assieme a bevande analcoliche, i legumi, la frutta fresca, la pasta fresca.

Nell’ultimo anno una famiglia ha gettato nella pattumiera in media 252 euro di alimenti.

A ricordare i drammatici dati sullo spreco sono Assoutenti e Adiconsum, che proprio sul tema hanno organizzato per il prossimo 13 dicembre alle ore 10 un convegno dal titolo “Innovazione e digitalizzazione per un’economia circolare per ridurre lo spreco e promuovere il riuso” che si terrà presso il Museo Nazionale delle Ferrovie di Pietrarsa di Portici-Napoli nel corso della kermesse che unisce “Expo consumatori 2023” e “Villaggio della sostenibilità”.

Un incontro volto a fare il punto con istituzioni, enti e grandi società circa le pratiche da attuare per incentivare il riciclo e il riuso nel nostro Paese, ricorrendo alla innovazione e alla digitalizzazione per rendere l’economia sempre più circolare anche all’interno delle case degli italiani.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Al convegno interverranno:

Barbara Carfagna Giornalista e conduttrice televisiva

Fulvio Bonavitacola Vicepresidente Regione Campania e Assessore Ambiente CONAI

Antonio Diana Founder Sorting Recycling Industries

Stefano Epifani Presidente della Fondazione per la Sostenibilità Digitale

Advertisement. Scroll to continue reading.

Vannia Gava* Vice Ministro dell’Ambiente e Sicurezza Energetica

Alberto Gusmeroli Presidente X Commissione Attività produttive, Commercio e Turismo – Camera dei Deputati

Antonio Protopapa Direttore Gestione Operativa COREPLA – Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo ed il recupero degli imballaggi in plastica

Luca Raffaele Direttore Generale NeXt Nuova Economia e CEO/Funder Gioosto.com

Mauro Salini Presidente ProFood Italia

Advertisement. Scroll to continue reading.

Roberto Spera Esperto blue e green Economy Aps Assoutenti

Marco Tammaro Responsabile del Laboratorio Tecnologie per il Riuso, il Riciclo, il Recupero e la valorizzazione di Rifiuti e Materiali, ENEA

Mauro Vergari Direttore Ufficio Studi Innovazioni e Sostenibilità Adiconsum

Food ESG Affairs

TM

Food ESG Affairs

Articoli correlati

GDO

Il Governo deve guardare al futuro, partendo dal presupposto che il caro-prezzi è attualmente la prima preoccupazione delle famiglie italiane. Lo afferma Assoutenti, commentando...

GDO

I dati sulle vendite al dettaglio di novembre dimostrano ancora una volta come l’emergenza prezzi che ha caratterizzato il 2023 abbia modificato le abitudini...

GDO

“I dati sulle vendite al dettaglio di agosto dimostrano ancora una volta come l’emergenza prezzi stia modificando profondamente le abitudini delle famiglie italiane, determinando...

MERCATO & BUSINESS

Qualsiasi accordo teso a far diminuire i prezzi al dettaglio è una buona notizia, e per questo ringraziamo il Governo e il Ministro delle...

-