Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Food Affairs

TREND

Vino, per Natale previsto un incremento delle vendite

Si prevede un incremento delle vendite di vino, anche quest’anno, per Natale, con una scelta dei consumatori che premia i territori. A stimarlo è Vinarius, l’Associazione delle enoteche italiane, che presenta i risultati di un’analisi che vede coinvolte le enoteche tramite un sondaggio relativo al periodo che si sta per concludere grazie al quale sono state raccolte alcune anticipazioni sulle previsioni di vendita per il periodo delle festività natalizie, il più rilevante dell’anno. L’analisi dei dati emersi ha anche permesso di completare la fotografia del settore con la valutazione dei trend di consumo registrati nell’ultimo triennio. Alla base del sondaggio proposto alle enoteche con una serie di quesiti sul tema, l’obiettivo di analizzare gli orientamenti delle vendite e delle preferenze dei consumatori, anticipando quelle che saranno le scelte degli italiani durante il periodo delle feste. La ricerca è condotta analizzando quanto emerso dalle risposte ottenute dagli operatori del canale enoteche che disegnano un quadro che tiene conto della relazione che si instaura tra enotecario e cliente finale tramite la vendita diretta.

“L’associazione Vinarius è da sempre impegnata nel rappresentare al meglio questa categoria anche attraverso l’analisi e la comprensione delle dinamiche del mercato. I dati evidenziati dal sondaggio, grazie alle risposte pervenute dalle enoteche, confermano la validità e la continuità del lavoro che svolgiamo come associazione”, spiega Andrea Terraneo, presidente Vinarius.

Il sondaggio, infatti, ha esplorato e analizzato le preferenze dei consumatori nell’arco dell’ultimo triennio, formulando delle previsioni rispetto a quali saranno i vini che verranno maggiormente scelti durante il periodo invernale e natalizio e i dati che emergono dal questionario vedono un trend positivo che riguarda la crescita dei vini rossi che, a quanto pare, restano i favoriti dal consumatore nel periodo natalizio con aumenti significativi delle vendite (dal 7 al 13% nel triennio). I più venduti, tra i rossi, sono soprattutto alcuni grandi terroir: Barolo, Amarone e Brunello e alcuni rossi autoctoni da singole aree come il Lagrein. Quello della territorialità resta un vero e proprio trend in forte crescita. Si registra una crescita, rispetto agli ultimi 3 anni, che si attesta intorno al 3,5%, anche per i vini bianchi fermi. Le varietà Chardonnay, Lugana, Gewurztraminer sono le maggiormente richieste.

Per quel che concerne l’andamento dei vini da dessert nell’ultimo triennio, il trend continua a non far emergere nelle vendite questa categoria di prodotti per i quali le enoteche intervistate temono che non ci saranno grandi variazioni rispetto al trend del triennio (-20-25%). Moscato d’Asti Docg, Moscato in generale e vini passiti del sud Italia restano tra i prodotti più richiesti.

Tra le bollicine, l’analisi dei dati che emerge vede incrementare le vendite si questa tipologia sia per il Metodo Classico sia lo Charmant. La classifica elegge il Metodo Classico quale spumante preferito dagli italiani per le feste natalizie e lo Champagne come il primo prodotto dagli italiani con un incremento del 15-20% delle vendite in enoteca, seguito da Franciacorta e infine da Trentodoc. Le enoteche si confermano il luogo/canale di vendita preferenziale per questo tipo di prodotti dal posizionamento medio alto.

Advertisement. Scroll to continue reading.

“Per quanto concerne le previsioni sui volumi di vendita per il Natale 2023 e, in generale, durante la stagione invernale, gli operatori del settore sono estremamente ottimisti. Malgrado la difficile congiuntura economica 2023, tra inflazione e caro-vita, tutto sommato, la situazione resta comunque positiva. Le enoteche si attendono un aumento del lavoro soprattutto per le feste, confermando quanto già annunciato, in ottica previsionale”, afferma il presidente Vinarius.

Food ESG Affairs

TM

Food ESG Affairs

Articoli correlati

COMUNICAZIONE

Il vino bianco accompagna delicatamente, con suoi caratteristici aromi di fiori, frutta e note aspre, primi e secondi di pesce e di carne bianca...

COMUNICAZIONE

Federvini accoglie con favore la tempestiva azione del Governo, annunciata ieri dal Ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida, che attraverso un parere circostanziato trasmesso alla Commissione...

EVENTI

Svelato ieri martedì 16 aprile alle ore 11.00 nel contesto di Vinitaly il progetto di restyling promosso e fortemente voluto dal Consorzio Barbera d’Asti...

CONSUMI

 “La tendenza ad una maggior leggerezza, o addirittura a “vini” alcool free, sembra riguardare maggiormente i consumatori finali rispetto ai distributori italiani, che invece...

CONSUMI

 È stato presentato a Verona, nell’ambito del Vinitaly, presso Veronafiere, l’Osservatorio del mondo agricolo Enpaia-Censis “Il consumo di vino per generazioni. Analogie e differenze dei modelli...

COMUNICAZIONE

In contemporanea con la 56esima edizione del Vinitaly, Federvini, la Federazione confindustriale che rappresenta i principali produttori di vini, vini aromatizzati, spiriti e aceti,...

-
Advertisement