Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Food Affairs

SOSTENIBILITÀ

L’agroalimentare italiano è green ed è un modello produttivo sostenibile

Il modello agroalimentare italiano integrato e sostenibile produce di più con meno risorse e nel rispetto dei territori e delle comunità in cui opera.

E’ quanto affermano il presidente della Coldiretti Ettore Prandini e l’Amministratore delegato di Filiera Italia Luigi Scordamaglia che hanno partecipato presso la Fao al World Food Day, la Giornata Mondiale dell’Alimentazione che quest’anno è incentrata sul tema “L’acqua è vita, l’acqua è cibo. Non lasciare nessuno indietro”.

L’Italia puo’ contare sull’agricoltura più green d’Europa con 5450 specialità sono ottenute secondo regole tradizionali protratte nel tempo per almeno 25 anni censite dalle Regioni, 320 specialità Dop/Igp riconosciute a livello comunitario e 415 vini Doc/Docg, la leadership nel biologico con circa 86mila aziende agricole biologiche, 10mila agricoltori in vendita diretta con Campagna Amica e le numerose iniziative di valorizzazione, dalle sagre alle strade del vino afferma il Presidente di Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare che “da sempre i nostri agricoltori sono protagonisti dell’impegno per la salvaguardia del pianeta”, un messaggio oggi sostenuto anche dal Direttore Generale della Fao, Mr Qu Dongyu e da Papa Francesco nel suo messaggio al Forum.

“In questo senso il nostro Paese vanta aziende leader globali nella Smart irrigation” continua Scordamaglia nel precisare che “uno dei messaggi chiave della giornata è No food security without water security.” Da tempo ormai Coldiretti e Filiera Italia – continua – sono protagonisti di una forma di internazionalizzazione del modello produttivo italiano, un sistema che si pone come alternativa a quelli che sfruttano terre e comunità di altre aree del mondo”

Oggi – concludono le due Associazioni abbiamo sentito il Presidente Mattarella sottolineare che raggiungere gli obiettivi di sostenibilità significa sradicare le cause della fame nel mondo, Filiera Italia e Coldiretti insieme con il Governo italiano hanno già realizzato in questo senso importanti missioni in Nord Africa e in Africa Subsahariana e nei Balcani per contrastare l’insicurezza alimentare, per trasferire il nostro know how tecnologico, la nostra formazione e per partecipare al processo di valorizzazione degli agricoltori locali con l’obiettivo di creare localmente il massimo valore aggiunto nel rispetto di territorio e distintività. Naturale quindi la nostra presenza da protagonisti su questi temi che verranno discusse presso la Fao con i Governi, società civile ed esperti provenienti da tutto il mondo.”

Advertisement. Scroll to continue reading.

Food ESG Affairs

TM

Food ESG Affairs

Articoli correlati

SOSTENIBILITÀ

Arancio, caffè, anacardo, banano, mangrovia, alloro: sono solo alcuni dei 1.800 alberi che compongono la Foresta Fabbri realizzata in collaborazione con Treedom, realtà italiana che permette di piantare...

GDO

Non tutti i retailer sono uguali e la sostenibilità può fare la differenza. È quanto in sostanza emerge dall’anteprima dell’Osservatorio Shopper Marketing for Conscious...

SOSTENIBILITÀ

Trasformare un’emergenza per l’ecosistema marino in una risorsa economica per il mercato ittico: è il principio cardine da cui nasce Blueat, il progetto di pescheria...

SOSTENIBILITÀ

Più di 6 italiani su 10 provano indignazione. 3 su 10 tristezza. 2 su 10 impotenza. È così che si sentono i nostri connazionali...

SOSTENIBILITÀ

Il Gruppo Nestlé in Italia è partner del progetto sperimentale “Live-Haze”, finanziato da fondi PRIN (Progetti di Rilevante Interesse Nazionale) del Ministero dell’Università e della...

SOSTENIBILITÀ

Le nostre scelte quotidiane possono essere decisive per ristabilire una relazione sana tra le persone e il nostro pianeta. Per questo, in occasione della...

-
Advertisement