Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Food Affairs

COMUNICAZIONE

USA pronti a invadere il mercato UE e italiano con imitazioni delle specialità nazionali, dal grana al parmesan. A rischio Dop Economy italiana che vale 16,6 miliardi

Gli Stati Uniti vogliono invadere il mercato europeo e italiano con le imitazioni a stelle e strisce delle specialità nazionali, dal grana al parmesan, mettendo in pericolo una Dop Economy Made in Italy che vale oggi 16,6 miliardi di euro. A lanciare l’allarme Coldiretti e Filiera Italia al Summer Fancy Food 2022, evento fieristico mondiale dedicato alle specialità alimentari a New York City presso il Javits Center, con le eccellenze del Made in Italy a tavola protagoniste a Padiglione Italia. “Nel Rapporto 2022 sulle stime del commercio nazionale americano l’Ufficio del rappresentante Usa al Commercio (Ustr) – afferma Coldiretti – attacca il sistema europeo delle indicazioni geografiche (Dop e Igp) con l’accusa di costituire una vera e propria barriera d’accesso al mercato europeo per i prodotti a stelle e strisce che si basano, al contrario, sui nomi comuni. Gli americani, in pratica, non solo non riconoscono il diritto dei produttori italiani a vedere tutelati dalle imitazioni negli States prodotti come il Parmigiano Reggiano Dop o il Prosciutto di Parma, ma vorrebbero – aggiunge l’organizzazione agricola – che sui mercati Ue si potessero vendere in piena libertà prodotti con nomi che richiamano esplicitamente le specialità casearie più note del Belpaese senza averci nulla a che fare, dalla mozzarella alla ricotta, dal provolone all’asiago, dal parmesan al romano ottenuto però senza latte di pecora, fino alla mortadella ‘bologna’, nonostante si tratti con tutta evidenza di imitazioni delle più note specialità italiane”. Coldiretti ricorda che “a differenza delle produzioni Dop quelle statunitensi non rispettano peraltro i rigidi disciplinari di produzione dell’Unione europea che definiscono tra l’altro, le aree di produzione, il tipo di alimentazione e modalità di trasformazione”.

Food ESG Affairs

TM

Food ESG Affairs

Articoli correlati

-