Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Foodaffairs: news su food, comunicazione, adv, mktg, sostenibilità

FOOD E SOSTENIBILITÀ

Morato consolida l’impegno verso la sostenibilità

Una delle prime aziende in Italia ad impegnarsi per lo sviluppo sostenibile del pane industriale con l’adesione a un programma promosso dal Ministero della Transizione Ecologica

Morato, realtà internazionale e tra i principali player nel mercato della panificazione industriale in Italia e in Spagna, prosegue nel percorso a favore della sostenibilità attraverso l’impegno a compensare le emissioni di gas serra generate durante il ciclo di vita della linea pillar American Sandwich grazie all’adesione a un progetto per la generazione dell’energia idroelettrica.

8.731 tonnellate di CO₂, relative al ciclo di vita della linea American Sandwich nella variante classica, sono neutralizzate attraverso l’acquisto e il ritiro di crediti di Carbon Offset derivanti da un progetto che prevede la realizzazione della più grande centrale idroelettrica ad acqua fluente (capacità 300MW) mai realizzata in India dal settore privato.

L’iniziativa rientra nell’ambito più ampio della strategia di Morato in materia di responsabilità ed è in linea con l’obiettivo, come documentato nel Rapporto di Sostenibilità 2020, di rendere l’impatto aziendale sempre più sostenibile.

In questo contesto si inserisce l’adesione del Gruppo al “Programma per la valutazione dell’Impronta Ambientale” promosso dal Ministero della Transizione Ecologica: Morato è una delle prime aziende nel settore della panificazione industriale ad impegnarsi per lo sviluppo sostenibile di alcuni dei propri prodotti.

Nel 2020, in occasione del 50° anniversario dell’azienda, Morato ha avviato il progetto “Più Natura, Più Qualità” conducendo lo studio della Carbon Footprint dei suoi prodotti più rappresentativi, ovvero della quantità di emissioni di gas ad effetto serra generata lungo tutte le fasi del ciclo di vita di un prodotto o servizio: dall’estrazione delle materie prime, passando per la produzione, il confezionamento e la distribuzione, sino allo smaltimento finale dei packaging.

La fase successiva è stata quella dell’individuazione della modalità in cui neutralizzare le emissioni residue, la cosiddetta compensazione, attraverso progetti che rilascino crediti positivi di CO₂ equivalente oppure programmi che utilizzino energie rinnovabili o favoriscano la piantumazione di alberi.

Morato ha così scelto di aderire al progetto volto alla realizzazione della centrale idroelettrica in India, la cui energia viene poi ceduta alla rete nazionale riducendo la dipendenza da combustibili fossili e quindi le emissioni di gas serra.

Ad accompagnarli nello svolgimento di questo percorso il partner tecnico SPINLIFE, Spinoff dell’Università degli Studi di Padova.

L’approccio responsabile e volto al miglioramento delle performance ambientali – dichiara Stefano Maza, CEO del Gruppo Morato – è l’obiettivo dell’azienda, applicabile non soltanto nella gestione dei consumi e dei rifiuti, ma anche e soprattutto nella scelta responsabile delle risorse e delle materie prime: trattiamo tutti i giorni un prodotto, il pane, che riveste una grande importanza per i nostri clienti, simbolo di vita e tradizione. Lavoriamo quindi ogni giorno nel rispetto dei valori cardine che da sempre hanno guidato lo sviluppo dell’azienda, ovvero la ricerca della qualità e la spinta all’innovazione, a servizio della collettività”.

-
-

Altri articoli

COMUNICAZIONE FOOD

Ultima referenza della sua limited edition 2021 che chiude le celebrazioni per il 700° anniversario della morte di Dante L’amor che move il sole...

COMUNICAZIONE FOOD

A 700 anni dalla morte di Dante, Magnum lancia tre limited edition ispirate ai tre cantici della Divina Commedia, Inferno, Purgatorio e Paradiso. Con...

COMUNICAZIONE FOOD

Digital Angels, società specializzata nei servizi di digital marketing, SEO e data analytics è stata riconosciuta come caso di successo da Facebook for Business,...

FOOD BUSINESS

Fico Eataly World, il parco tematico del cibo italiano, ha riaperto in una versione rinnovata e, secondo una ricerca turistica di questi giorni, si...

-