Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Food Affairs

COMUNICAZIONE

Export di Asiago DOP a doppia cifra. Il caso Messico dove è stata determinante la leva promozionale

Crescita a doppia cifra per l’export del formaggio Asiago DOP nel primo semestre del 2021, con un aumento del 16,7% rispetto allo stesso periodo del 2020. Si rafforza la presenza in Svizzera e Germania, aumenta quella in USA e Canada mentre il Consorzio Tutela Formaggio Asiago annuncia l’avvio della nuova azione di sistema che, per la prima volta, coinvolgerà non solo i soci, ma, anche, i principali esportatori nazionali nella promozione e diffusione dell’Asiago DOP nei mercati esteri.

Il trend a segno più raggiunto da gennaio a giugno 2021 fa ben sperare in un secondo semestre ricco di soddisfazioni per la specialità veneto-trentina che si appresta ad aprire la stagione di promozione all’estero in presenza con la partecipazione ad Anuga, una delle più importanti fiere internazionali del settore food, in programma a Colonia (Germania) dal 9 al 13 ottobre prossimi, presentando agli operatori internazionali la qualità delle apprezzate tipologie di Asiago DOP Fresco e Asiago DOP Stagionato.

Ottimo risultato per le vendite di Asiago DOP oltre confine nei primi sei mesi del 2021.

L’incremento dei volumi è del 16,7%, con un giugno 2021 che verrà certamente ricordato come il mese-record per l’export della specialità veneto-trentina, grazie ad un aumento del 41%, a conferma del valore strategico delle vendite internazionali per la crescita del comparto lattiero-caseario. Svizzera, Germania, in Europa e USA, Canada e Messico, nel resto del mondo, sono alcuni dei paesi nei quali l’incremento delle esportazioni di Asiago DOP si è fatto in questi sei mesi più marcato. In Europa, la Svizzera continua ad essere il primo mercato, con un significativo +29%, mentre la Germania, con un +13,6%, consolida il suo importante ruolo di secondo paese europeo. Brillante anche l’andamento extraeuropeo, con gli USA che incrementano di quasi il 31% e il Canada del 73%. Caso studio a parte il Messico. Qui, il Consorzio veneto-trentino, dopo aver creato le condizioni per tutelare la denominazione, ha agito sulla leva promozionale e avviato un programma che, anche grazie alla presenza in loco di proprio personale, ha visto, da gennaio a giugno 2021, conquistare un +83% di volumi in più rispetto allo stesso periodo del 2020.

Contrastare le fake-news

Nei prossimi mesi, il Consorzio di Tutela intende cogliere tutte le opportunità della ripresa con una nuova azione di sistema che punta a consolidare, in particolare, la presenza in Sud America ed Estremo Oriente. “Per la prima volta, avviamo un ambizioso progetto di crescita che coinvolge, oltre ai soci, anche i principali esportatori – afferma Flavio Innocenzi, direttore del Consorzio Tutela Formaggio Asiago. – Oggi i benefici delle dinamiche attivate dal Consorzio, con l’impegno all’apertura di nuovi mercati, le registrazioni di diritti di proprietà intellettuale, la tutela e l’utilizzo di strumenti promozionali europei permettono di garantire una visione ampia delle occasioni di sviluppo e di ragionare su una dimensione di sistema. L’azione del Consorzio in Giappone, ad esempio, ha creato i presupposti per l’apertura di quel mercato e la presenza continuativa del prodotto. Con questo impegno puntiamo ora a realizzare azioni mirate e coordinate destinate ad incrementare in maniera significativa la quota delle esportazioni e a contrastare con i fatti le fake-news dei detrattori delle indicazioni geografiche”.

Food ESG Affairs

TM

Food ESG Affairs

Articoli correlati

-