Indispensabile per iniziare la giornata e sempre più all’insegna di prodotti salutistici, la prima colazione è anche un momento chiave per aggiornarsi sulle news o sbirciare i social. Il profumo dei croissant caldi sarebbe per molti il sostituto perfetto al suono della sveglia!

In occasione del lancio dei Croissant BuonEssere – la nuova linea di croissant con cereali, semi e gustose farciture – Bauli svela i risultati di una ricerca1 sul momento della colazione realizzata in collaborazione con Nextplora, agenzia di Insight & Data Management.

La prima colazione è fondamentale per la maggioranza degli Italiani: per il 42% degli intervistati è indispensabile per svegliarsi, un vero passaggio obbligato per iniziare la giornata (36%), da fare subito, appena svegli. Ben l’82% degli Italiani sceglie infatti di fare colazione appena sveglio, ancora prima di prepararsi.

Dedicare un po’ di tempo al primo pasto della giornata (in media 13 minuti) è davvero importante e per molti intervistati quei pochi minuti diventano una vera e propria coccola (24%), un momento tutto per sé (24%) al quale è proprio impossibile rinunciare.

COLAZIONE ALL’ITALIANA SÌ, MA CON PRODOTTI SEMPLICI E SALUTISTICI

La colazione dolce, la classica “all’italiana”, è la preferita dall’80% degli intervistati. In tavola è dunque immancabile il caffè (84%) insieme a biscotti (74%) o croissant confezionati (50%).

Indecisi tra colazione golosa e salutare? Il 45% degli Italiani preferisce la golosità, ma includere prodotti salutistici nel proprio menù mattutino è importante per il 76% degli italiani. Ben il 51% sceglie infatti prodotti semplici, con farine integrali, cereali e zucchero di canna; si confermano dunque i trend evidenziati negli ultimi anni in ambito food, con una crescente attenzione verso il segmento wellness.

Quando si parla di prima colazione gli uomini tendono ad essere più abitudinari (il 56% sceglie cosa consumare a colazione principalmente spinto dalla forza dell’abitudine), le donne invece hanno voglia di sperimentare cose nuove (42%). La scelta di cosa mangiare, però, sembra essere molto personale: solo il 2% degli Italiani dichiara infatti di affidarsi ai consigli di amici e parenti.

SOCIAL, NEWS O TO DO LIST: POCHI MINUTI, MA FONDAMENTALI PER FARE IL PUNTO DI PRIMA MATTINA

Follower, like e messaggi: i più giovani sono social già di prima mattina! Il 64% degli intervistati tra i 18 e i 34 anni, infatti, approfitta del momento della colazione per controllare le proprie pagine sui social media.

Chi invece ha figli, usa i pochi minuti dedicati alla colazione per programmare la giornata (lo fa il 73% degli intervistati con figli, rispetto ad una media del 54%). Scuola, attività pomeridiane, to do list: nel silenzio dei primi minuti della giornata è sicuramente più semplice riuscire ad incastrare gli impegni di tutti!

La vecchia abitudine di fare colazione sfogliando un quotidiano fresco di stampa (conservata solo dal 3% degli Italiani) è stata superata dall’ascolto delle news in TV (38%) o della lettura delle principali notizie online o sui social (25%); in quest’ultimo caso, come prevedibile, sono soprattutto le nuove generazioni a prediligere l’informazione in versione digital (il 31% degli intervistati tra i 18 e i 34 anni).

SVEGLIA MATTUTINA, CHE TRAUMA! MEGLIO IL PROFUMO DI UN CROISSANT DEL SUONO DELLA SVEGLIA PER DARE IL VIA ALLA GIORNATA

In media gli Italiani fanno colazione tra le 06:45 e le 08:45 (la fa a quest’ora il 68% degli intervistati), ma sono tanti coloro che preferirebbero un risveglio “soft”.

Per iniziare al meglio la giornata, cosa c’è di meglio del profumo di un croissant caldo? Per il 46% degli Italiani è questa la sveglia ideale! Anche l’aroma inconfondibile del caffè rappresenterebbe il risveglio perfetto per ben il 43% degli intervistati.

E se invece del suono della sveglia, fosse il borbottio della moka ad accompagnare il risveglio? Questo sarebbe il modo perfetto per iniziare la giornata per il 38% degli intervistati, superando persino la voce di una persona cara (26%). Per i più giovani, invece, non c’è nulla di meglio della propria canzone preferita per partire con il piede giusto: la sceglierebbe il 28% degli intervistati tra i 18 e i 34 anni.

1 Ricerca effettuata nel periodo 13-19 aprile 2021, su un campione di 1.500 casi rappresentativo della popolazione italiana (18-64 anni)