Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG rafforza il posizionamento del prodotto attraverso una comunicazione che mostra la sua essenza, le sue origini e la bellezza delle sue Colline Patrimonio dell’Umanità Unesco.
Il contesto in cui il Consorzio sceglie di comunicare è quello di un anno che pone di fronte a continue sfide e proprio in un momento così delicato fa appello ai suoi valori più profondi e trova in essi la coerenza necessaria a coinvolgere i consumatori di oggi. I valori delle persone, le loro ambizioni e aspettative virano versol’autenticità, la genuinità, la ritrovata curiosità e l’orgoglio per tutto ciò che è prossimo e prezioso, e chericonosciamo vicino, non solo fisicamente. Da qui, il claim della campagna “Tratto da una storia vera, unica almondo”.
Il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG parla grazie ai suoi valori, che si arrampicano su ogni pendio e si esprimono attraverso le mani sapienti dei viticoltori che da generazioni lavorano questi vigneti, trasformando il peso della fatica quotidiana in un ricamo delicato dal valore universale.
Sono una comunità di 3300 famiglie che oggi più che mai si uniscono per ribadire la loro unicità, e per sottolineare il valore di quell’armonia circolare che leggiamo in questo paesaggio, nell’impegno inarrestabile di ciascun viticoltore e, come naturale conclusione, in ogni calice. Il onegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG fresco e fragrante, è un prodotto unico e tuttavia versatile, capace di conquistare il mondo.
“Siamo orgogliosi di presentare la nuova campagna pubblicitaria del consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene, perché mostra a tutti i consumatori le ragioni della solidità della nostra comunità, i motivi per cui siamo legati a questo territorio e alla qualità del nostro prodotto” afferma il Presidente Innocente Nardi “Questo momento di comunicazione, sicuramente il più evidente a tutti, chiude un anno in cui il Consorzio ha vissuto una decisa accelerazione verso il digitale. Grazie ai webinar per i soci, alle degustazioni per i winelovere addetti ai lavori, e ai virtual tour per gli ospiti stranieri abbiamo cercato di non interrompere mai lapromozione dei nostri vini e del nostro territorio”.
La pianificazione della campagna, curata direttamente dal Consorzio è declinata su stampa nazionale, locale, televisione (la7, la7D e Sky – Marsterchef), radio e digitale.Burson Cohn & Wolfe S.r.l.

I luoghi digitali della comunicazione del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG

Da marzo del 2020 lo scenario della comunicazione anche nel settore vitivinicolo ha subito un’accelerazione decisa rispetto all’uso degli strumenti digitali che da mezzi per veicolare messaggi hanno
assunto anche il ruolo di luoghi in cui accadono eventi.
Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG ha interpretato da subito le potenzialità dei canali digitali sfruttandoli per la declinazione delle attività tradizionalmente
organizzate in presenza. È stata potenziata la comunicazione interna e sperimentate nuove modalità di coinvolgimento di addetti ai lavori e dei consumatori, in Italia e all’estero.
Consapevole quindi della forza del digitale, il Consorzio di Tutela si è spinto oltre, sviluppando un progetto per i propri interlocutori internazionali: l’organizzazione di un ciclo di virtual tour che hanno coinvolto giornalisti specializzati nel settore vino e operatori inglesi, tra i quali consulenti di ristoranti per le carte vini,sommelier, buyer e rivenditori indipendenti, che rappresentano un segmento in forte crescita in questomomento, e infine studenti dell’Institute of Masters of Wine europei.
Gli interventi di enologi e tecnici del Consorzio, insieme a quelli dei produttori, hanno dato forma a una vera epropria visita virtuale delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene Patrimonio dell’Umanità Unesco, per apprezzare il territorio di origine del nostro Prosecco Superiore DOCG.
Le esperienze virtuali, infatti, hanno anche l’innegabile vantaggio di poter essere esportate Oltreoceano con un clic e quindi, ad esempio, durante l’estate per gli Stati Uniti sono state organizzate tre masterclass virtuali che hanno coinvolto operatori (sommelier, importatori e wine educator), ciascuna focalizzata su un diverso tema come le diverse tipologie del prodotto, la sostenibilità, le selezioni Rive e Cartizze, e ciascuna presentata da opinion leader americani. Infine, sui social network Facebook e Instagram sono stati organizzati tre live tasting, realizzati in collaborazione con le giornaliste Leslie Sbrocco e Karen MacNeil.
Per il Regno Unito invece sono stati organizzati tre momenti, virtual tasting, per operatori e giornalisti. Grazie alla collaborazione con Sarah Abbott MW sono state affrontate in particolare le tipologie Brut, le Rive
e la diversità dei suoli della Denominazione e sono stati coinvolti i leader dell’export e le cantine familiari per approfondire le diverse filosofie produttive e commerciali. Per quanto riguarda le attività sui profili proprietari del Consorzio, i progetti sviluppati hanno il duplice
obiettivo di far emergere i tratti distintivi del territorio dando voce ad alcuni suoi protagonisti attraverso Vocidella comunità; mentre con il progetto Chef in Cantina, il protagonista è il vino, che nella mani di autorevolichef italiani è proposto in abbinamento a piatti della tradizione rivisitati dalla creatività dello chef.
Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG è l’ente privato, nato nel 1962, che garantisce e controlla il rispetto del disciplinaredi produzione del Prosecco Superiore DOCG. Lo spumante prodotto sulle colline tra Conegliano e Valdobbiadene (TV) ha ottenuto la Denominazione diOrigine Controllata nel 1969 e la Denominazione di Origine Controllata e Garantita nel 2009. Il territorio di produzione comprende 15 comuni: Conegliano,San Vendemiano, Colle Umberto, Vittorio Veneto, Tarzo, Cison di Valmarino, San Pietro di Feletto, Refrontolo, Susegana, Pieve di Soligo, Farra di Soligo,Follina, Miane, Vidor e Valdobbiadene. Il Consorzio, attualmente presieduto da Innocente Nardi, ha sede in località Solighetto a Pieve di Soligo, raggruppa182 case spumantistiche e 480 vinificatori. Per la Denominazione significa un totale di 3400 famiglie del territorio impegnate nella produzione diConegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore. Opera principalmente in tre aree: la tutela e la promozione del prodotto, in Italia e all’estero, dove nepromuove la conoscenza attraverso attività di formazione, organizzazione di manifestazioni e relazioni con la stampa. Infine, si occupa dell’assistenza tecnica rivolta ai consorziati dal vigneto alla cantina.