Lo “spot gourmet” firmato Madama Oliva con protagonista il critico gastronomico Edoardo Raspelli continua a far parlare di sé. Secondo i dati Auditel, infatti, soltanto nei primi sette giorni di messa in onda, lo spot di Madama Oliva è stato visto da 20.657.000 persone, con una frequenza media di 2,4, per un totale di circa 49 milioni di contatti complessivi.

L’azienda abruzzese nata nel 1989 e oggi leader a livello nazionale e internazionale nel settore delle olive da tavola fresche confezionate, ha fatto il suo debutto in tv lo scorso mese di maggio sulle reti Mediaset per portare nelle case la qualità del prodotto fresco legato all’agricoltura di qualità e soprattuto per rilanciare il made in Italy in un momento particolarmente importante per la ripresa dei consumi. La campagna è stata articolata sull’intero network Publitalia e ha coinvolto i consumatori dal 17 al 27 maggio.

“Innanzi tutto il vestirmi da Re Sole, recitare, anche senza parlare, in un posto d’incanto e che ha visto la storia come, alle porte di Roma, il Castello di Lunghezza, è stata un’esperienza unica, indimenticabile – commenta Edoardo Raspelli – la bellezza del posto, della sala del trono, gli abiti d’epoca delle attrici e dei figuranti… tutto aveva un fascino incredibile. E poi c’era (e c’è) il lato gastronomico: ho scoperto la salubrità degli ”umili” lupini ed ho assaggiato la varietà delle olive da tavola, da quelle, belle grosse, delle terre del Mediterraneo a quelle della nostra Sicilia, perché il Frutto d’Italia contraddistingue le piccole olive denocciolate e condite della varietà Leccino e le verdi, sempre denocciolate, del cultivar Nocellara Etnea. E tutto questo nasce a Carsoli, al confine con Roma, un indimenticabile angolo d’Abruzzo, goloso anche nelle sue ricette”.

“Siamo soddisfatti della grande attenzione suscitata dal nostro spot che ha alzato i riflettori sull’agricoltura italiana di qualità – spiega Sabrina Mancini, marketing manager di Madama Oliva – Lo abbiamo fatto in un momento particolare per l’economia italiana e siamo convinti che sia un contributo positivo alla promozione del made in Italy. Uno spot capace di arrivare alle famiglie e di veicolare una corretta immagine di qualità del prodotto al quale seguirà una serie di iniziative nei punti di vendita della grande distribuzione italiana. Madama Oliva, infatti, si pone nel segmento di mercato definito premium, cioè il massimo livello della qualità”.

Lo spot

Lo spot è ambientato in una corte reale settecentesca, con un “sovrano gourmet” impersonato dal noto giornalista, che si entusiasma solo per la qualità delle olive migliori.

Girato nel Castello di Lunghezza, spettacolare maniero in provincia di Roma, dove soggiornarono personaggi storici di primo piano tra cui Michelangelo, Jacopone da Todi, papa Bonifacio VIII e Caterina dei Medici, lo spot è stato curato dalla casa di produzione Efc. Gli attori, circa 40 tra comparse e protagonisti, hanno lavorato anche a Cinecittà per la scelta e la prova dei costumi. Oltre alle damigelle di corte (Madama Oliva, Olivetta, Olivella, Olivuccia) anche diversi bambini animano le scene dello spot.