Gli italiani non rinunciano alla pasta. Piuttosto la mangiano come contorno, soprattutto la sera. Secondo gli ultimi dati dell’Unione Italiana Food, 9 italiani su 10 la mangiano regolarmente, 1 su 3 addirittura ogni giorno.Ma stanno cambiando le modalità di consumo.

Secondo un’indagine di WMF, brand tedesco specializzato nella produzione di pentolame, strumenti e elettrodomestici per la tavola e la cucina condotto tra 1200 italiani, realizzato in occasione della Giornata Mondiale della Pasta che si terrà il prossimo 25 ottobreinfatti, ben un italiano su 3 dichiara di averla consumata come contorno. Nel dettaglio, la pasta come contorno è preferita nel 60% dei casi per la cena. Tra i motivi principali della nuova tendenza primeggia la volontà di non rinunciare a questo ingrediente (44%), seguito dall’idea che il consumo come contorno ne permette un maggior controllo dei quantitativi (30%), infine, per una scelta di gusto e la volontà di sperimentare nuove ricette in cucina (21%).  

Una nuova modalità, questa di consumare la pasta come contorno, che ha radici storiche ben salde. Infatti, è solo nel 1800, grazie a Pellegrino Artusi, primo chef della penisola, che la pasta diventa un primo della cucina italiana. In principio, ai tempi dei Romani, come ricordano numerosi scritti di Cicerone, Orazio, Aristofane e Apiciola pasta era nota come lagana e veniva consumata come accompagnamento ad altre pietanze più comuni, quali carne, pesce, uova, verdure. Ma a generare la tendenza è anche l’influenza internazionale, in Paesi come Francia e Stati Uniti, infatti, la pasta è utilizzata da sempre per lo più come contorno.

Per questo,  WMF ha deciso di ideare, in occasione del World Pasta Day, con lo chef Valerio Braschi, il più giovane vincitore di Masterchef Italia, la ricetta: Astice al burro glassato con contorno di spaghettoni mantecati in bisque. La ricetta di Valerio Braschi sarà disponibile per tutti sui canali social WMF dal 23 ottobre.

WMF da sempre votata all’innovazione e attenta ai nuovi stili di vita che influiscono anche sulle abitudini di preparazione di ingredienti simbolo, come la pasta, ha ideato una serie di strumenti per soddisfare le esigenze dei consumatori. In particolare, per la pasta ma non solo, ha creato Function Four, una speciale pentola con coperchio con 4 funzioni per cuocere in poca acqua e scolare con precisione (per chi non sa rinunciare alla pasta asciutta), beccuccio e bordo per versare e evitare lo spargimento di gocce, una scala interna per un facile dosaggio di tutti gli ingredienti e fondo universale per tutti i piani di cottura, anche a induzione. Inoltre, in occasione della World Pasta Day, presso i rivenditori WMF sarà possibile trovare un’ampia selezione di prodotti dedicati al mondo della pasta in promozione.   

Ricetta: Astice al burro glassato con contorno di spaghettoni mantecati in bisque

Ingredienti:

  • 200gr di spaghetti
  • 1 astice
  • 10 gamberi rossi
  • Basilico fresco qb
  • Burro 100gr
  • Timo fresco qb
  • Maggiorana  fresca qb
  • Olio extravergine d’oliva qb
  • Sale qb
  • Pepe qb

Preparazione:

  • Cuocere l’astice in acqua bollente per circa 2 minuti.
  • Raffreddare subito l’astice in abbondante acqua e ghiaccio.
  • Pulire l’astice eliminando la testa, e lasciare intatta la coda.
  • Pulire i gamberi.
  • Preparare un fondo mettendo in una pentola le teste dei gamberi e quella dell’astice, aggiungere ghiaccio e lasciar cuocere a fiamma bassissima per circa 1 ora.
  • Mettere gli spaghetti in padella e cuocerli come un risotto utilizzando il fondo di crostacei come brodo.
  • Mantecare la pasta con del burro ghiacciato e qualche foglia di basilico fresco.
  • Pulire la coda dell’astice e arrostirla in padella per qualche minuto aggiungendo burro, pochissimo olio, sale, pepe, timo e maggiorana fresca.
  • Impiattare l’astice cotto al burro ed erbe con al fianco gli spaghetti.