Mappare da Nord a Sud le migliori realtà ristorative del Paese, dove l’arte dell’ospitalità è di
assoluta eccellenza, e allo stesso tempo raccontarne i protagonisti, che con grande devozione e professionalità valorizzano ogni giorno la ‘sala’ e rendono speciale l’esperienza del cliente. A farlo, per la prima volta in assoluto, è la nuovissima guida Noi di Sala ‘I protagonisti dell’ospitalità nella ristorazione italiana’ (Giunti Editore), presentata oggi a Roma nel corso della I edizione dell’evento ‘Pass’, acronimo di Professionalità, Accoglienza, Servizioe Squadra.

Un doppio debutto, dunque, che ha acceso i riflettori sui nuovi paramenti della ristorazione e dell’hôtellerie, ormai sempre più decisivi per decretare il successo di un locale, al pari della cucina.E che, allo stesso tempo, ha offerto un’interessante occasione di confronto e dibattito su questo affascinante settore, in forte espansione.

Centocinquantanove, in particolare, i ristoranti e le osterie inserite nel volume realizzato dal dream team dell’associazione Noi di Sala, che dal 2012 sostiene e valorizza la professione del cameriere e del personale di sala attraverso attività di networking, formazione e promozione. Nel board nomi del calibro di Marco Reitano, head sommelier de ‘La Pergola’ (e presidente di Noi di Sala); Luca Boccoli,sommelier e patron di ‘Selezione Boccoli’; Matteo Zappile, restaurant manager e head sommelier de ‘Il Pagliaccio’; Alessandro Pipero, patron di ‘Pipero Roma’; Marco Amato, maitre e sommelier dell”Imago’ dell’Hotel Hassler; Rudy Travagli, restaurant manager e head sommelier

 

di ‘Enoteca La Torre’ Villa Laetitia; Davide Merlini, maitre e head sommelier de ‘Le Jardin de Russie’. Altro plus della guida è quello costituito dai contributi di 20 delle più importanti firme del settore food&wine.