Se è vero, come riportano i vocabolari, che uno chef è il “capocuoco nei ristoranti, responsabile della parte operativa e di quella creativa”, per i componenti della Masterclass è il momento di testare le proprie abilità con l’ingrediente più imprevedibile ma anche, forse, il più utile: la fantasia. E così, gli aspiranti chef di MASTERCHEF ITALIA, nella Mystery Box in onda domani, giovedì 28 marzo, alle 21.15 su Sky Uno (canale 108 e sul digitale terrestre al canale 311 o 11) e su Sky On Demand e NOW TV, dovranno creare un nuovo sapore a partire da ingredienti comuni e non, ma tutti diversi tra loro.

Nel penultimo appuntamento del cooking show di Sky prodotto da Endemol Shine Italy, i cinque cuochi amatoriali rimasti in gara – Alessandro, Gilberto, Gloria, Guido, Valeria – affronteranno anche un Invention Test emozionante, durante il quale, sotto gli occhi dei giudici Bruno Barbieri, Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli, potranno contare sull’aiuto di Sous-Chef insoliti e molto particolari.

E ancora, per la prova in esterna voleranno in Spagna, nell’NH Collection Madrid Eurobuilding della Capitale iberica, per lavorare nelle cucine del “DiverXO”, il ristorante 3 stelle Michelin dell’irriverente e avanguardista chef David Muñoz. Infine, il Pressure Test stabilirà chi rimarrà in gara per diventare l’ottavo MasterChef italiano, aggiudicandosi 100.000 euro in gettoni d’oro e la possibilità di pubblicare il primo libro di ricette.

E ancora, tutti i giorni alle ore 19.50 sempre su Sky Uno continua anche il viaggio di MasterChef Magazine. Le puntate di questa ultima settimana sono tutte dedicate ai cuochi amatoriali arrivati fino alla fase finale di questa edizione, ai loro racconti e alle loro emozioni, e alle ricette più imperdibili dei giudici di MasterChef Italia.

Prosegue l’attenzione rivolta da MasterChef nella lotta contro gli sprechi: come nelle scorse stagioni, la gran parte degli alimenti non impiegati per le prove è stata donata all’Opera Cardinal Ferrari Onlus di Milano. Il programma si è avvalso della preziosa collaborazione di Last Minute Market, la società spin-off dell’Università di Bologna impegnata sul fronte della riduzione degli sprechi e della prevenzione dei rifiuti da oltre 10 anni.

Tutto il mondo MasterChef sceglie di essere plastic free ed eco-friendly promuovendo il consumo consapevole ed ecosostenibile, rispettando l’ambiente e non sprecando risorse alimentari. La produzione adotta in tutti i luoghi di lavoro un approccio plastic free. Tutti i prodotti di consumo legati al cibo (piatti, bicchieri, posate, vassoi, tovaglioli) sono di natura compostabile ed ecosostenibile. L’approccio è coerente con quello del Gruppo Sky, che in tutti i Paesi in cui opera ha lanciato nel gennaio 2017 la campagna di sensibilizzazione Sky – Un Mare Da Salvare per l’eliminazione progressiva della plastica usa e getta, impegnandosi in prima persona a fare lo stesso.

MasterChef Italia è realizzato con la collaborazione di numerose aziende quali Electrolux, Barilla, Coop, Amadori, Soffass, Petti, San Benedetto, Campari, Parmareggio, Orto Mio, Olio Benvolio, Ballarini e Staub, Siggi, Grohe, Acetaia Fini, Cantine Ferrari e Tenute Lunelli, NH Hotel Groupe, Tagliabene, Riso Acquerello.

RTL 102.5 è media partner del programma.