Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Foodaffairs: news su food, GDO, Horeca, delivery & comunicazione, adv, mktg, sostenibilità

BUSINESS GDO HORECA

Natale 2021, regali all’insegna del digital marketing. Il food è tra i settori che possono beneficiarne maggiormente

Sergio Brizzo, ceo di Across: massima attenzione alla customer care

Food e i benefici del marketing digitale

Chiunque faccia un investimento in marketing si aspetta un ritorno in termini di profitto generato ed attraverso una campagna natalizia studiata ad hoc si possono ottenere indici di performance molto vicini a quelli del Black Friday, con un aumento di richieste di circa il 30% rispetto al resto dell’anno. È quanto riporta l’osservatorio di Across, Digital Solution Company, che afferma come specifici settori quali il food, l’elettronica e quello degli articoli da regalo kids possano beneficiare di risultati particolarmente performanti in questo periodo dell’anno. Sergio Brizzo, Ceo di Across fornisce – ad Adnkronos – una serie di consigli per far emergere il proprio e-commerce.

Sergio Brizzo, Ceo di Across

“Dicembre, infatti, rappresenta un mese di picco per gli acquisti online ma anche per le richieste di aziende che hanno a che fare con l’indotto natalizio e che attivano campagne pubblicitarie con l’obiettivo di aumentare la propria visibilità. Sebbene il mondo dei servizi subisca un calo, dall’8 dicembre si apre un periodo molto favorevole per gli e-commerce, motivo per cui, se si parte per tempo, è possibile aumentare significativamente le vendite, estendendole anche a oltre Natale con i saldi di fine anno. Customer care, database building e processo di fidelizzazione sono gli obiettivi richiesti maggiormente dagli e-commerce che vogliono strutturare un progetto di advertising dedicato e performante in vista del periodo natalizio”, dice Brizzo.

1) Scegliere i canali giusti. Si tratta di un consiglio sempre valido ma in un periodo come dicembre, in cui è essenziale sgomitare tra i tanti e-shop che vogliono ottenere visibilità, è particolarmente importante presidiare i canali corretti. Indispensabile, ad esempio, è il ricorso a Google Ads, in quanto posizionarsi in cima alle pagine di Google per intercettare tutte le ricerche che riguardano i propri prodotti messi in vendita è quanto mai auspicabile. Le campagne Google Shopping create in vista del Natale – infatti – vantano un alto tasso di conversione e, inoltre, mettendo in risalto fin da subito il prezzo dei prodotti, permettono di evitare molti click inutili, che finirebbero per sprecare parte dell’investimento pubblicitario online.

In questo periodo, poi, sarà utile privilegiare l’email marketing, proponendo ai clienti le proprie offerte o dei coupon associati con almeno due settimane di anticipo rispetto al periodo natalizio. Spesso, durante l’anno, capita che gli iscritti a un database non leggano alcune email, ma il periodo natalizio ha un andamento a sé stante anche per quanto riguarda l’email marketing. Infine, per una strategia di successo sono ovviamente importantissimi i social media. In questo caso specifico soprattutto il “tap shopping”, ossia l’acquisto di prodotti direttamente tramite post o annunci sponsorizzati, senza accedere all’e-commerce di riferimento. Si tratta, quindi, di un canale aggiuntivo per far concludere in tempi rapidi una transazione.

2) Integrare i chatbot per la customer care. Una delle chiavi per raggiungere un posizionamento migliore rispetto ai propri competitor è inserire un chatbot all’interno della propria strategia e-commerce, in questo modo, infatti, aumenta l’ingaggio con gli utenti e diminuisce proporzionalmente il rischio di abbandono dei carrelli. Ad esempio, possono scremare le informazioni a seconda dei budget a disposizione, dei gusti di una persona, dell’età e molto altro. Durante la navigazione, possono suggerire oggetti simili a quelli ricercati e invitare a compiere un’azione sul sito per ottenere dei vantaggi. Rappresentano un modo eccellente per assicurarsi che il customer journey proceda senza intoppi. Il chatbot è un assistente virtuale sempre al fianco degli utenti h24, sarà dunque utile attivarlo in orari non lavorativi, in assenza di operatori disponibili o ancora impostandolo in base alle domande più frequenti poste dai clienti.

“Mai come a Natale è fondamentale che le aziende puntino ad avere un servizio di customer care impeccabile. Il Natale è un periodo dell’anno nel quale la componente emotiva ha un ruolo fondamentale: il cliente, quindi, non deve mai sentirsi abbandonato. Per questo motivo, è sicuramente utile integrare nella propria strategia e-commerce anche un’attività di Contact Center, strumento pilastro di una buona assistenza clienti, perché è immediato e stabilisce un rapporto diretto e umano tra cliente e venditore. Il Customer Care è l’insieme di tutti i servizi forniti al cliente prima, durante e dopo l’acquisto di un prodotto. L’assistenza è riferita a qualsiasi esigenza del cliente, dalla richiesta di informazioni a quella di chiarimenti ma anche ai reclami. Formare il personale a rispondere e gestire le chiamate in modo professionale è un processo costoso, sia in termini economici che di tempo ma impiegare in outsourcing questa risorsa dimostra sin da subito la sua efficacia”, dice Brizzo.

3) Guardare oltre le vendite natalizie. Le strategie di advertising pensate per essere di supporto alla vendita nel periodo natalizio devono essere in grado di guardare oltre, diventando – più in generale – strategie di fidelizzazione della customer base. In questo modo, il Natale rappresenterà soltanto un trampolino di lancio per mettere in luce i propri punti di forza ed offrire all’utenza un servizio all’altezza in ogni periodo dell’anno, partendo ad esempio dal periodo dei saldi invernali. Una strategia solida dà i suoi frutti ben oltre il Natale, portando all’acquisizione di clienti nel lungo periodo.

“In un mercato sempre più competitivo, la customer experience è ciò che fa davvero la differenza. Per questo è essenziale rimanere sempre al passo con i trend attuali, gestendo i giusti canali online e usufruendo del prezioso supporto di chatbot e contact center, considerati ormai i nuovi standard di mercato. Ma non solo, è importante anche guardare ai trend futuri. Basti pensare che l’advertising dedicato agli e-commerce nel 2022 si sta già orientando sui contenuti con il conversational marketing dell’Intelligenza Artificiale”, conclude Brizzo.

-
-

Altri articoli

FOOD E MEDIA

Gli chef Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli hanno selezionato i 20 componenti ufficiali della Masterclass, concorrenti per il titolo di MasterChef Italia....

COMUNICAZIONE FOOD

Ultima referenza della sua limited edition 2021 che chiude le celebrazioni per il 700° anniversario della morte di Dante L’amor che move il sole...

COMUNICAZIONE FOOD

All’infuriare delle polemiche su Renatino che, nello spot del Parmigiano Reggiano, è felice di non avere una vita e lavorare 365 giorni l’anno, l’attore...

COMUNICAZIONE FOOD

Occhi color cielo, sorriso che conquista e un percorso ricco di successi nel mondo della cucina: è il primo identikit della splendida figlia (acquisita)...

-