Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Foodaffairs

FOOD & COMUNICAZIONE

Un giovane su due preferisce vini biologici, sempre maggiore attenzione alla qualità. Garavaglia: “Il vino è stile vita italiano che ci invidiano”

 “La parola chiave nel settore del vino è qualità, aspetto che si incrocia proprio con gli esiti dell’ultimo rapporto del Censis: la socialità. I giovani vivono il rapporto con il vino non come modalità di evasione, com’era fino a qualche anno fa, ma come strumento per divertirsi e stare bene insieme.Esattamente ciò che gli americani, in generale gli stranieri, invidiano quando da noi: il ‘buon vivere’ che c’è in Italia”. Lo ha detto il ministro del turismo Massimo Garavaglia, intervenendo oggi al Vinitaly alla presentazione del rapporto Enpaia/Censis sui giovani e il vino.   

Per vincere la sfida della promozione, ha sottolineato Garavaglia ripreso da Ansa, “servono però qualità ed organizzazione.

    Quest’anno, per la prima volta su 6 edizioni, ospitiamo ad Alba l’evento mondiale sull’enoturismo. Questo è il massimo della promozione. Ci hanno dovuto mettere 6 anni quelli di Wto – l’organizzazione mondiale del Turismo – per venire in Italia. Come mai ? Bastava chiedere. Non è che se non lo chiedi gli altri vengono qui”. 

E’ stato presentato oggi, in occasione del Vinitaly, il Rapporto Enpaia-Censis sul tema: “Responsabile e di qualità: il rapporto dei Giovanni col vino”. Rapporto i cui punti fondamentali sono il rapporto responsabile e maturo stabilito tra giovani e vino, l’attenzione per la qualità e per il piacere senza eccessi, italianità e sostenibilità come criteri e valori di scelta.

Su Primaonline le highlights del Rapporto Enpaia-Censis “Responsabile e di qualità: il rapporto dei Giovanni col vino

Un’abitudine responsabile consolidata nel tempo

Nel lungo periodo esiste una relativa stabilità della quota di italiani che beve vino: erano il 58% nel
1993, sono il 55,5% nel 2020. Nello stesso arco di tempo la quota di giovani che beve vino è salita dal 48,7% al 53,2%, mentre quella che beve più di mezzo litro al giorno è scesa in picchiata dal 3,9% a meno dell’1%. Tra i
giovani che consumano vino, il 70,9% lo fa raramente, il 10,4% uno o due bicchieri al giorno e il 17,3% solo stagionalmente. I numeri dicono che il consumo di vino è un invariante delle abitudini, componente significativo
della buona dieta guidato dalla ricerca della qualità e dal suo ruolo di moltiplicatore della buona relazionalità. La risultante di tutto ciò è un rapporto responsabile e maturo.


La qualità come stella polare

Il 79,9% dei giovani con età compresa tra 18 e 34 anni afferma che nel rapporto con il vino vale la logica: meglio meno,
ma di qualità. Non solo: il 70,4% di giovani dichiara: “Mi piace bere vino, ma senza eccessi”, che richiama l’idea di un alimento che dà piacere e contribuisce in diverso modo al benessere soggettivo, non di un catalizzatore
sempre e solo di pulsioni di sregolatezza.

I criteri di scelta dei vini buoni

L’italianità come criterio di scelta è richiamato dal 79,3% dei giovani, perché è percepito come garanzia di
qualità. Il riferimento alle certificazioni Dop (85,9%) o Igp (85,2%) mostra come i giovani siano molto attenti al nesso tra vini e territori, cosa che segnala la riscoperta nelle culture del consumo giovanili della tipicità localistica, che
sembrava destinata a sparire. E invece la tipicità locale di saperi e sapori, proiezione anche della biodiversità del nostro territorio, è una bussola importante nelle scelte dei consumatori giovani: il 94,9% di essi dichiara di
acquistare, spesso o di tanto in tanto, prodotti tipici dei territori del nostro Paese. Il marchio del prodotto, invece, conta per il 36,1% dei giovani.

Tracciabile e sostenibile, ok

Alta è la valutazione che i giovani danno della tracciabilità dei prodotti, vino incluso: il 92% dei giovani è pronto a pagare qualche euro in più sul prezzo base per i prodotti di cui riescono a conoscere biografia e connotati. Poi, il 56,8% dei giovani è ben orientato verso vini biologici e apprezza aziende agricole attente alla sostenibilità ambientale.

-
-

Altri articoli

FOOD E SOSTENIBILITÀ

Punti chiave del Food Sustainability Index Il Food Sustainability Index (FSI) 2021, sviluppato da The Economist Impact con Fondazione Barilla, analizza il nesso cibo-salute-ambiente...

FOOD & COMUNICAZIONE

Gli chef Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli hanno selezionato i 20 componenti ufficiali della Masterclass, concorrenti per il titolo di MasterChef Italia....

FOOD & COMUNICAZIONE

Occhi color cielo, sorriso che conquista e un percorso ricco di successi nel mondo della cucina: è il primo identikit della splendida figlia (acquisita)...

FOOD & COMUNICAZIONE

Ultima referenza della sua limited edition 2021 che chiude le celebrazioni per il 700° anniversario della morte di Dante L’amor che move il sole...

FOOD & COMUNICAZIONE

A 700 anni dalla morte di Dante, Magnum lancia tre limited edition ispirate ai tre cantici della Divina Commedia, Inferno, Purgatorio e Paradiso. Con...

FOOD & COMUNICAZIONE

Da domani, 14 gennaio, ogni venerdì, alle ore 21.30

FOOD & COMUNICAZIONE

Lo storico pastificio abruzzese torna sugli schermi delle principali emittenti nazionali e satellitari con la prime due puntate della sua “saga pubblicitaria”: protagonisti Claudia...

FOOD & COMUNICAZIONE

All’infuriare delle polemiche su Renatino che, nello spot del Parmigiano Reggiano, è felice di non avere una vita e lavorare 365 giorni l’anno, l’attore...

FOOD E SOSTENIBILITÀ

Quali sono le aziende percepite come più sostenibili? Reputation Science, società leader in Italia nell’analisi e gestione della reputazione, ha elaborato l’indice “ESG Perception...

FOOD & COMUNICAZIONE

Sono aperte le iscrizioni a “MasterChef Academy”, la prima scuola di cucina online firmata MasterChef Italia. Le porte di “MasterChef Academy” si apriranno il 17 gennaio e, da allora, sarà possibile iniziare un percorso di apprendimento con...

FOOD & COMUNICAZIONE

Il Gruppo torna a una nuova collection dopo molto tempo, collegato anche un concorso che coinvolge per la prima volta il latte a lunga...

FOOD & COMUNICAZIONE

Il canale Boing (canale 40 del DTT) annuncia una nuova produzione originale che andrà in onda in esclusiva sul canale nei primi mesi nel 2022: CRAZY COOKING SHOW, condotto...

-