Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Foodaffairs: news su food, comunicazione, adv, mktg, sostenibilità

COMUNICAZIONE FOOD

Magnum chiude la campagna MagnumXDante presentando l’opera Il Bacio di Dante e Beatrice

L’opera di Roberto Ferri celebra il piacere impossibile diventa realtà. GUARDA IL VIDEO

Sì è tenuto ieri sera nella splendida e suggestiva cornice di Palazzo Firenze a Roma, sede della Società Dante Alighieri, il vernissage di presentazione dell’opera Il Bacio di Dante e Beatrice, opera pittorica a firma dell’artista Roberto Ferri e commissionata da Magnum nell’ambito della campagna MagnumXDante.

Per coronare le celebrazioni del 700esimo anniversario della morte del Sommo Poeta, Magnum ispirato dal suo purpose, True to Pleasure, ha svelato l’opera rispondendo ad una semplice quanto suggestiva domanda: “…e se nessun piacere fosse impossibile?”.

Proprio il desiderio di portare in vita un piacere inaspettato e quasi inimmaginabile è alla base della creazione del quadro; un piacere che è stato svelato in un evento esclusivo a Palazzo Firenze, la sede romana della Società Dante Alighieri, partner della campagna MagnumXDante. Nel corso della serata, Giorgio Nicolai, Marketing Director Ice Cream di Unilever Italia, Alessandro Masi, Segretario Generale della Società Dante Alighieri, e l’artista Roberto Ferri hanno presentato l’opera e la campagna svelando curiosità e aneddoti.

Il tondo realizzato da Ferri rende possibile l’impossibile mettendo in scena il bacio mai dato fra il Sommo Poeta e Beatrice. Un’opera di grande impeto drammatico che porta sulla tela i temi del sogno appagato e dell’immortalità dell’amore. In primo piano i due amanti sono persi in un abbraccio denso di carica erotica e spirituale allo stesso tempo, in un intreccio di braccia che forma il simbolo dell’infinito: metafora dell’amore assoluto che trascende i confini del tempo e dello spazio. Nell’opera il bianco della purezza di Beatrice e il rosso della passione di Dante si fondono. Dante cinge con il braccio scoperto il volto di Beatrice accompagnando le labbra a incontrarsi in quel bacio tanto atteso e massima espressione di quell’”amor che move il sole e l’altre stelle”. Un amore perfetto e nobile come il cerchio al cui interno sono inscritte le figure dei due protagonisti. Nel “Bacio” di Ferri la potente drammaticità del chiaroscuro caravaggesco incontra la plasticità estetica del movimento di “Amore e Psiche” di Antonio Canova e la narrazione struggente del famoso “Bacio” di Hayez. Tre riferimenti che specchiano altrettante dimensioni del piacere amoroso e che, in questa opera, si fondono in un insieme, quello dell’assolutezza dell’amore esasperato dall’attesa, che esplode oltre ogni dimensione, ragione e confine.

Ad accompagnare la “rivelazione” del Bacio, un vero e proprio film, emozionante e suggestivo che mette in scena i movimenti, le ispirazioni e gli impulsi creativi che hanno portato alla realizzazione dell’opera. Nelle immagini, infatti, l’intensità della tensione di quell’amore così totale e indifferente a ogni confine del possibile dialoga con l’artista che raccoglie l’urgenza dei due amanti di realizzare il loro desiderio d’amore. Che soltanto nella “corporeità” del dipinto può trovare appagamento.

La campagna MagnumXDante, che ha raggiunto il suo momento più alto oggi con la presentazione del “Bacio” di Roberto Ferri è stata e continua a essere una sfida importante e, per molti versi, coraggiosa. Non si è trattato semplicemente di cavalcare l’occasione di una commemorazione importante, ma di celebrare il piacere della bellezza dopo le asperità del periodo che abbiamo trascorso” ha dichiarato Giorgio Nicolai Marketing Director Ice Cream di Unilever Italia. “E allora, attraverso i versi del sommo poeta, abbiamo creato un “teatro virtuale” portando le Dante Live’s Week nei cortili della città dando voce a giovani talenti del teatro Italiano. E a questo punto la narrazione non poteva che avere come capitolo finale il migliore ringraziamento che potessimo tributare a Dante per averci permesso di celebrare così intensamente, comunque e oltre ogni costrizione, quel piacere che tutti pensavano impossibile. Abbiamo reso possibile, grazie all’arte di Roberto Ferri, quel suo sogno d’amore che da 700 anni attendeva di essere realizzato. E ne abbiamo fatto un momento iconico, perché quel bacio simboleggia anche il ritorno alla vita.”

Abbiamo accolto subito con grande entusiasmo e senza esitazione il progetto MagnumXDante”, dichiara il Prof. Alessandro Masi, Segretario generale della Società Dante Alighieri. “Perché in questa operazione di mecenatismo contemporaneo abbiamo ritrovato il nostro intento più forte. Quello di prendere l’opera letteraria italiana forse più celebrata nel mondo e di riportarla a essere materia viva, anche attraverso la nuova piattaforma digitale che è il nostro ‘monumento a Dante’. Dante.Global intende portare il messaggio del Poeta fuori dai santuari culturali di scuole, accademie e teatri. La Divina Commedia ha infatti un’anima popolare e ci propone anche l’esempio di bacio più bello, quello ‘tutto tremante’ tra Paolo e Francesca, gli amanti per eccellenza. La più straordinaria forza dell’opera è la capacità di contenere tutte le vicende umane: l’amore, l’eros, la violenza, la politica, il vizio e la virtù. È un’opera creata per la gente e che deve tornare a stare tra la gente”.

Quando mi è stato proposto di realizzare Il Bacio”, conclude Roberto Ferri, “mi sono reso conto di essere davanti a una sfida e a una responsabilità molto alta, anche nei confronti della mia stessa identità artistica. Il film realizzato per presentare l’opera la racconta molto bene. E allora mi sono messo in ascolto delle emozioni dei due protagonisti. Dell’ardore del desiderio sfiorato ma mai appagato. Di quel desiderio in cui l’impeto dell’eros si fa viatico di elevazione spirituale. Da quell’ascolto l’opera ha preso, pian piano, corpo. Si è materializzata in un trionfo di sensualità sospesa tra la luce e l’ombra dove gli apparenti antagonismi tra anima e carne, candore ed eros si incontrano e si armonizzano in quell’appagamento totale del desiderio che è metafora della vita stessa”.

A 700 anni dalla morte del sommo poeta, la Divina Commedia rimane la più alta espressione d’arte letteraria italiana ed è per questo che Magnum ha voluto celebrarlo con le sue 3 nuove limited edition ispirate alle tre cantiche (Magnum Inferno, Purgatorio e Paradiso). L’intrigante opera del Bacio rappresenta il culmine di quel piacere che Magnum persegue con la sua campagna MagnumXDante.

Il Bacio di Dante e Beatrice sarà esposto a Palazzo Firenze, in piazza di Firenze 27 a Roma, e visitabile fino al 11 Luglio 2021 alle ore 13. Ma non solo: l’opera sarà fruibile da un più ampio pubblico attraverso una digital exhibition direttamente sul sito https://ilbaciodidante.com/.

La stagione del piacere è iniziata e Magnum continua ad esserne il protagonista indiscusso.

-
-

Altri articoli

COMUNICAZIONE FOOD

Ultima referenza della sua limited edition 2021 che chiude le celebrazioni per il 700° anniversario della morte di Dante L’amor che move il sole...

COMUNICAZIONE FOOD

A 700 anni dalla morte di Dante, Magnum lancia tre limited edition ispirate ai tre cantici della Divina Commedia, Inferno, Purgatorio e Paradiso. Con...

FOOD BUSINESS

Fico Eataly World, il parco tematico del cibo italiano, ha riaperto in una versione rinnovata e, secondo una ricerca turistica di questi giorni, si...

COMUNICAZIONE FOOD

Digital Angels, società specializzata nei servizi di digital marketing, SEO e data analytics è stata riconosciuta come caso di successo da Facebook for Business,...

-