Era il 1984 quando è nata l’Azienda Agricola Frisino, partita con la produzione di uva da tavola e successivamente di olio extravergine di oliva.

Successivamente l’idea di rendere la produzione qualitativamente alta, un brand vero e proprio e allo stesso tempo una filosofia, un modo di concepire non solo la tavola ma anche il convivio, il momento del pasto.

Così l’olio perde il suo valore di semplice condimento, il vino il suo essere una bevanda di accompagnamento e unendo la conoscenza di esperti del settore agroalimentare ad un design unico nel suo genere, nel 2015, nasce Frisino, che oggi è sulle tavole non solo italiane ma anche in Europa, Emirati Arabi e in Asia.

Unire la conoscenza degli esperti alla passione del design per un prodotto healthy ed esperienziale

Creata l’iconica oliera che custodisce l’olio, Francesco Frisino, 30 anni, dal 2015 inizia a far conoscere il prodotto in alcune fiere e a portarlo anche fuori dal mercato italiano: i consensi arrivano velocemente e presto la qualità e le bottiglie di olio Frisino, superano i confini del paese e del continente.

La ricetta del successo del brand, che quest’anno sfiora il milione di euro di fatturato con una crescita del +120% rispetto al 2019, risiede nel fatto che l’intero concept del brand unisce l’esperienza degli esperti del settore agroalimentare che hanno migliorato l’alta qualità del prodotto rendendolo unico nel suo genere, l’estetica della bottiglia che una volta finita diventa un’oliera di design riutilizzabile e infine una filosofia alla base in cui l’olio non diventa solo un condimento ma anche un momento per rendere ancora più speciale la convivialità del pasto, grazie all’esperienza provata dal palato.

Il nostro olio non vuole essere uno dei tanti che si trovano in commercio. Vuole essere altro e per questo abbiamo unito due grandi passioni, il buon mangiare e il design per creare una bottiglia che racconta una storia di famiglia, di impresa e di qualità dei prodotti della nostra terra.” spiega Francesco Frisino, fondatore di Frisino.

Frisino è anche vino e presto un’esperienza per scoprire la Puglia e le sue bellezze

Dal 2018, l’azienda produce anche vino: nei 135 ettari di terreno che portano alla luce le produzioni di Frisino, ci sono anche i vigneti da cui sono nate due collezioni speciali, la Verso Collection, un primitivo e un minutolo, e la Legàmi Collection, un rosato e un verdeca ispirati alle donne della famiglia, anche queste con un design inimitabile.

Ma nei piani dell’azienda non c’è solo la produzione di vino e olio: l’obiettivo è far vivere il lifestyle di Frisino a tutto tondo e infatti l’azienda si accinge a creare dei percorsi degustativi con possibilità di pernottamento in una masseria del 1700 in cui far vivere l’esperienza pugliese a 360 gradi.

Il fatto che le nostre bottiglie siano richieste in vari paesi ci spinge a credere che si voglia conoscere e sposare la nostra filosofia che vede nella qualità, nel bello e nei momenti di convivialità la più ricca espressione della nostra terra, la Puglia. Presto riusciremo a dare ancora più luce alle nostre produzioni grazie a questo progetto che accoglierà ospiti provenienti da tutto il mondo che vogliono conoscere un lato dell’Italia magari poco noto all’estero e portarlo con loro.” spiega Frisino.