Da sempre, il ghiaccio è legato alla produzione dei prodotti Sammontana. Oggi, l’azienda utilizza ancora una volta il ghiaccio per dar forma a un nuovo prodotto che, oltre a rinfrescare nelle calde sere estive, aiuterà la natura e contribuirà concretamente a salvare i ghiacciai italiani.

Sammontana lancia sul mercato il nuovo ghiacciolo GreenGo al gusto di lime e spirulina, a cui – grazie alla pluriennale collaborazione con Legambiente – è stata legata un’importante attività di salvaguardia del territorio italiano che prende il nome di “Salviamo i ghiacciai delle Pale di San Martino”.

In particolare, l’azienda toscana ha deciso di devolvere il ricavato delle vendite di questo nuovo prodotto per ripiantare, ripristinare e salvaguardare circa tre ettari di bosco del Parco Naturale di Paneveggio – Pale di San Martino, duramente colpito nel 2018 a causa del ciclone Vaia.

Un modo per l’azienda, già da diversi anni impegnata in progetti ambientali e in un percorso che l’ha accreditata autorevolmente in questo ambito, per partecipare ancora una volta alla tutela dell’ambiente: gli alberi giocano un ruolo cruciale nella prevenzione del dissesto idrogeologico, nel mantenimento degli equilibri del pianeta e del benessere delle persone. Il grande patrimonio arboreo e boschivo rappresenta una delle bellezze dell’Italia da riscoprire e tutelare con l’impegno di tutti, per questo Sammontana ha deciso di contribuire al ripristino dell’area deturpata dalla calamità naturale tramite operazioni di esbosco dei tronchi e delle ceppaie e la rinaturalizzazione dell’area con la piantumazione di nuovi alberi per una superficie totale pari a tre ettari.

Questo lavoro verrà effettuato nell’ambito del Trentino Tree Agreement, il progetto che mira al recupero boschivo ma anche a riparare i danni causati dal ciclone e assorbire gli eccessi di CO2 presenti in atmosfera, unico modo per salvaguardare i ghiacciai del parco dall’innalzamento delle temperature.