Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Foodaffairs: news su food, comunicazione, adv, mktg, sostenibilità

Food Affairs

Arriva da Brescia il cocktail “ready to drink” in busta con il servizio premium di Spirito

I drink più apprezzati realizzati con prodotti d’alta qualità, solo made in Italy, e miscelati artigianalmente a Milano, già pronti da bere. Con bar e pub chiusi, la mixology arriva direttamente a casa grazie a “Spirito”, servizio di cocktail ready to drink. L’idea nasce a Brescia, una delle città più colpite dal Coronavirus, e proprio per questo vuole rappresentare un forte segnale di ripartenza e di speranza.

Per celebrare la grandezza storica, culturale e paesaggistica d’Italia, ogni cocktail viene associato a diverse località della penisola. Il Cosmopolitan a Venezia, raffinata, romantica, inimitabile; il Whiskey Sour al lago di Como, affascinante e misterioso; il Moscow Mule ad Amalfi, dove natura e artigianato s’incontrano; il Daiquiri, col suo sapore pungente e dissetante, si ispira a Taormina, mentre l’Old Fashioned è un cocktail senza tempo, come Roma, la Città Eterna. Il Negroni è Firenze, città di poeti, pittori e scienziati, il Boulevardier, che celebra il piacere di vivere, rappresenta la Milano contemporanea e il Vodka Sour, drink dolce e “carismatico”, si ispira alle Cinque Terre. Infine la Napoli del caffè sospeso, intensa e unica come un Espresso Martini, e Capri, gemma da bere in un Margarita dai profumi agrumati.

I drink a marchio Spirito arrivano in tutta Italia (e presto in Europa): il servizio a domicilio è totalmente gratuito e senza ordine minimo. Sono disponibili, con un packaging elegante, accattivante e perfetto anche per essere regalato, box da 5 (32,50€) o da 10 cocktail (62€), solo da agitare e versare in un bicchiere. Da aggiungere? Solo il ghiaccio, a piacimento. Da Milano a Roma, da Torino a Palermo si contano già migliaia di ordinazioni, a riprova del grande successo e dell’idea innovativa.

Silvia Dusi, amministratore delegato di Spirito: «Abbiamo dedicato molto tempo alla ricerca degli ingredienti giusti, senza guardare a compromessi di ottimizzazione dei costi. Per noi la soddisfazione dei nostri clienti è al primo posto».

Mario Valerio Nocenzi, direttore marketing di Spirito: «Eravamo pronti a lanciare Spirito negli hotel, nei grandi eventi e nelle compagnie aeree. Ma la pandemia ha bloccato tutto. Per questo motivo abbiamo deciso di lanciare ugualmente il nostro prodotto, riadattandolo, per portarlo nelle case degli italiani. Spirito è solo il primo di una serie di lanci che Grado 78 ha in programma: stiamo già pensando al formato in bottiglia di vetro e delle produzioni ad hoc per il settore B2B».

-
-

Altri articoli

Food Affairs

L’amaro più amato sale nuovamente sul podio confermando la sua posizione di leader per buyer, category e direttori acquisti della GDO Vecchio Amaro del...

News

Fico Eataly World, il parco tematico del cibo italiano, ha riaperto in una versione rinnovata e, secondo una ricerca turistica di questi giorni, si...

Food Affairs

Ultima referenza della sua limited edition 2021 che chiude le celebrazioni per il 700° anniversario della morte di Dante L’amor che move il sole...

adv comunicazione mktg

A 700 anni dalla morte di Dante, Magnum lancia tre limited edition ispirate ai tre cantici della Divina Commedia, Inferno, Purgatorio e Paradiso. Con...

-