Greta Thunberg l’ha ricordato al mondo intero dalle piazze svedesi a quelle mondiali: l’unica soluzione per il nostro pianeta è lo sviluppo sostenibile. E le tendenze del 2019 in tema di food e drink parlano chiaro: packaging riciclabile, sostenibilità ambientale e sociale, cibi prodotti in modo etico e attenzione alla salute… soprattutto intestinale. Ecco quali sono i trend selezionati da BBC, Kroger e FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) che coinvolgono il comparto food.

Secondo la BBC uno dei trend dell’anno in corso è l’attenzione sia da parte dei consumatori sia delle aziende alla sostenibilità ambientale a partire dal packaging. Tra cannucce e contenitori riciclabili, sacchetti alla cera d’api o a base di alghe marine si cerca di ridurre in modo sensibile lo spreco e l’inquinamento. Ma sostenibilità ambientale significa anche attenzione alla biodiversità e al benessere degli animali. Secondo una indagine Ixé per Campagna Amica l’87% degli italiani pensa che la ricchezza e varietà di specie animali e vegetali e di ecosistemi presenti in Italia vada difesa e tutelata.

Sostenibilità sociale
Secondo l’ultimo rapporto “Ristorazione” della FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) 2018, in Italia è in aumento la richiesta di cibi prodotti rispettando valori sociali, ambientali e culturali. Il 41,6% degli intervistati, infatti, ha dichiarato di aver acquistato nel corso dello scorso anno prodotti alimentari per motivazioni di carattere etico e sociale. E tra questi è elevata la percentuale di coloro che sarebbe disposta a pagare un prezzo superiore alla media per acquistarli.

Salute prima di tutto
Sempre secondo il rapporto ristorazione della FIPE per la maggior parte degli intervistati il cibo deve essere salutare ancor prima di essere gustoso. Il 97,1% del campione ha dichiarato infatti di essere consapevole che la propria salute dipende da ciò che mangia ed è quindi attento alla provenienza, alla stagionalità e alla qualità dei prodotti acquistati e consumati.

Alimenti per la salute intestinale: Gut-healthy food
E a proposito di salute, oggi più che mai, i consumatori sono alla ricerca di alimenti che sostengano la cura di sé a partire da un intestino sano. Lo ha evidenziato la catena Kroger, il secondo retailer Usa, presentando la sua ultima ricerca che individua tra i food-trend la crescita degli alimenti per la salute intestinale come lo yogurt e il latte magro. L’obiettivo è consumare cibo meno elaborato possibile, aumentando i probiotici per migliorare il sistema immunitario.

Tutela dell’ambiente, benessere animale, qualità nutrizionali del latte, valorizzazione del territorio e delle persone che ci vivono: sono questi i cinque valori che Mukki ha posto in primo piano. Come si traducono nell’attività quotidiana è semplice. Seguendo uno studio che ha calcolato rigorosamente l’impatto ambientale, sociale ed economico della filiera del latte, Mukki ha adottato una serie di scelte che vanno nel senso della responsabilità e dello sviluppo sostenibile.

Alcuni esempi: per il latte vengono utilizzate solamente confezioni riciclabili e da fonti certificate, promuovendo le pratiche di riuso e riciclo. Nelle fattorie si incrementa la produzione di foraggi e mangimi con il minor impatto ambientale e le coltivazioni biologiche che, oltre a garantire agli animali alimenti controllati e a km zero, forniscono una sana alimentazione alle mandrie che così producono un latte di migliore qualità.
L’alimentazione delle mucche è alla base della salute degli animali e delle qualità nutrizionali del latte. Le mucche delle stalle che conferiscono il latte a Mukki producono un latte che presenta un elevato contenuto di acidi grassi saturi “buoni”, come Omega 3 e Omega 6. La strada che il latte percorre dalla mungitura al confezionamento è brevissima, e nel corso di questa viene sottoposto a infiniti controlli: in un anno Mukki effettua oltre 500 mila controlli sul suo latte, ben più di mille ogni giorno.
Trend food 2019, sostenibilità dalla stalla alla tavola
Condividi

In questo contesto, si mantengono anche la biodiversità e il paesaggio. Ogni stalla rappresenta un presidio importante per l’ambiente e per l’uomo: l’impegno di chi lavora ogni giorno nella zootecnia mette al sicuro il territorio da rischi di incuria, abbandono e depauperamento, e garantisce il sostentamento di famiglie e intere comunità che vivono di agricoltura.
Questo impegno nella produzione del latte, è valso a Mukki l’assegnazione del premio Italian Resilience Award, patrocinato dal Ministero per l’Ambiente, per il miglior progetto italiano di sostenibilità ambientale e responsabilità etica e ambientale verso i consumatori e la comunità locale.

Fonte:
https://firenze.repubblica.it/native/2019/05/20/news/trend_food_2019_sostenibilita_dalla_stalla_alla_tavola-226439881/