Manca un mese a MarcabyBolognaFiere 2020, in programma il 15 e 16 gennaio 2020 a Bologna e i numeri del Salone dedicato alla Marca del Distributore, organizzato da BolognaFiere in collaborazione con ADM (Associazione Distribuzione Moderna), preannunciano un’edizione di successo.

Crescono gli espositori, con una percentuale a due cifre per il quinto anno consecutivo; aumenta la superficie espositiva, con l’aggiunta di un padiglione, il 36; sono sempre più numerose le proposte a declinazione “bio” che rappresentano ora quasi un quarto della superfice espositiva+15%, inoltre, per le aziende del settore non-food; triplicato il numero delle delegazioni estere in visita alla manifestazione; la manifestazione si arricchisce con nuove iniziative.

“Sedici anni fa, quando abbiamo lanciato MarcabyBolognaFiere – dichiara Gianpiero Calzolari, presidente BolognaFiere – abbiamo intrapreso un percorso che ha anticipato i trend di mercato. La crescita costante dell’evento e la sempre più spiccata attenzione dei buyer esteri sono la miglior testimonianza della dinamicità del settore della MDD che ha, ancora, ampie opportunità di sviluppo. La quota in volume dei prodotti a marca del distributore si attesta, in Italia, al 20 per cento contro una media europea superiore al 30 per cento. Parallelamente questi prodotti  di innovazione – prosegue Calzolari –, rispondendo alle esigenze dei consumatori con proposte declinate a trend emergenti quali il biologico, la sempre più spiccata attenzione alla sostenibilità dei packaging, la tracciabilità e le intolleranze alimentari. I numeri sono la miglior dimostrazione di questi trend: i prodotti a declinazione bio rappresentano, oggi, quasi un quarto della superficie espositiva di MarcabyBolognaFiere e quelli free from, dedicati alle intolleranze, si attestano a un quinto. A ognuno di questi ambiti dedicheremo focus di approfondimento per conoscere le novità e le soluzioni più innovative dei protagonisti del mercato.”

Sarà un’edizione rinnovata nel lay-out e nei contenuti quella del 2020, che gli operatori avranno modo di apprezzare a cominciare dal lay-out, pensato per una fruizione dell’evento ancora più funzionale al business. Per la prima volta il non-food avrà un’area completamente dedicata, il padiglione 36. Sono oltre 100 le aziende di questo settore che hanno già confermato la loro presenza; operano nei settori della ‘Cura della persona’ e della ‘Cura della Casa’, per un totale di oltre 50 categorie merceologiche e centinaia di referenze. A loro completa disposizione una superficie espositiva di oltre 3.500 metri quadrati che garantirà efficacia del matching commerciale: accanto ai copacker saranno presenti in quest’area, a dimostrazione della crescente importanza del settore, anche alcune Insegne del Comitato Tecnico Scientifico della manifestazione con un secondo stand espressamente dedicato a ospitare i buyer del non-food.

La nuova area completa il lay-out di MarcabyBolognaFiere 2020 aggiungendosi ai padiglioni 25, 26 e ai nuovi 29 e 30 (ultimi realizzati del piano di riqualificazione/ampliamento del Quartiere Fieristico di Bologna che, a completamento dei lavori nel 2024, vedrà una crescita di oltre il 30 per cento della superficie espositiva a disposizione e il 90 per cento di strutture nuove o riqualificate).

Il nuovo lay-out rafforza ulteriormente il posizionamento della manifestazione su scala internazionale che ora, con una ancor più definita articolazione dei settori merceologici, consentirà agli operatori italiani ed esteri di ottimizzare i tempi di visita alla Fiera, agevolati da percorsi espositivi di più immediata lettura.

Fra le nuove iniziative del Salone anche l’esordio di MARCA FRESH, uno spazio interamente riservato alle novità del comparto del fresco ospitato all’interno della manifestazione che vedrà l’ortofrutta protagonista, con i suoi operatori, che si confronteranno sul tema dell’innovazione sostenibile.

Offrirà nuove opportunità di business alle migliaia di operatori professionali in visita anche il nuovo Salone Satellite (ospitato nel padiglione 28), in cui le più attuali tendenze di mercato – Bio, free from tracciabilità (ambito in cui la trasformazione digitale imprime un’evoluzione velocissima) – saranno esplose in Focus di approfondimento per gli operatori con una formula inedita che unisce i contenuti espositivi e quelli culturali.

Si riconfermano e si ampliano ulteriormente anche gli ambiti riservati alla tematica del packaging, della logistica e della digital industry, che permettono di generare più efficienza nella gestione del modern trade, con la settima edizione di MarcaTech (pad. 30);anche in questocaso importante la crescita delle presenze, nell’ordine del 10%.

MarcabyBolognaFiere si caratterizza come piattaforma espositiva di grande visibilità per le aziende espositrici in un segmento, quello della MDD, che fidelizza i consumatori e cresce in assortimento, linee e referenze e che rappresenta la vera novità del mercato, rispetto ai prodotti di marca industriale, con ampi spazi di crescita. Fra gli espositori ci sono anche 20 grandi Insegne della Distribuzione Moderna Organizzatache costituiscono il Comitato tecnico-scientifico della manifestazione, coinvolto nella definizione dello sviluppo strategico dell’evento.

In linea con la crescente attenzione del mercato verso la MDD, l’edizione 2020 di MarcabyBolognaFiere promuoverà un importante programma di incoming di delegazioni, sviluppato anche in collaborazione con ITA – Italian Trade Agency e ICE per favorire il dialogo tra gli espositori e i buyer dei mercati esteri più importanti. I top retailers internazionali in visita daranno vita a un’agenda di incontri con i category manager delle più importanti Insegne della DMO nell’ambito del Vip Buyer Program. Il successo dei prodotti made in Italy su scala internazionale è ben evidenziato anche dalla attenzione dei buyer internazionali interessati a nuove relazioni commerciali. Un dato su tutti ben evidenzia questo trend: il numero delle delegazioni estere in visita a MarcabyBolognaFiere 2020 è triplicato rispetto al 2019 con buyer provenienti da 26 Paesi.

MarcabyBolognaFiere 2020 conferma, infine, l’offerta di momenti di formazione e informazione che daranno vita a un ricco calendario di convegni, dibattiti, seminari e focus di analisi delle principali tendenze espresse dal modern trade nel settore MDD. Tra questi il Convegno inaugurale organizzato da ADM in collaborazione con The European House – Ambrosetti e la

presentazione del XVI Rapporto MarcabyBolognaFiere promosso da BolognaFiere e ADM, in collaborazione con IRI e IPLC, e le principali Insegne associate ad ADM presenti nel Comitato Tecnico-Scientifico della manifestazione.

L’edizione 2019 della Fiera si è conclusa registrando la presenza di 746 espositori, di oltre 10.100 operatori professionali (+7% rispetto al 2018), con un incremento degli operatori esteri del 11% a ulteriore conferma dell’interesse verso i prodotti made in Italy.