Diageo presenta ufficialmente in Italia Casamigos, brand di tequila pluripremiato che arricchisce così il portfolio Diageo Reserve, che comprende i marchi ultra-premium dell¹azienda.
Ai tre invecchiamenti di tequila, Blanco, Reposado, Añejo, Casamigos affianca il suo Mezcal, primo in assoluto nel portfolio Diageo, che fa così il suo ingresso nella categoria merceologica del pregiato distillato, realizzato in modo artigianale esclusivamente con Agavi di varietà Espadín ad Oaxaca, in Messico.

In occasione del lancio ufficiale in Italia, Casamigos ha chiesto allo chef Elio Sironi e al bar manager Guglielmo Miriello, entrambi in forza al Ceresio 7, di creare un food pairing ad hoc per esaltare al meglio le sue note di gusto.

Diageo è orgogliosa di accogliere nella gamma Casamigos, già comprendente il Tequila Casamigos Blanco, il Tequila Casamigos Reposado e il Tequila Casamigos Añejo, il Mezcal Casamigos, dal gusto delicato e perfettamente affumicato. Unico nel suo genere, creato dopo aver campionato più di 700 mezcal differenti, scegliendo il migliore e perfezionandolo, per lanciare sul mercato un prodotto che fosse un vero piacere per gli amanti di questo liquore a base di Espadín, il cuore dell’Agave.

Creazione

Prodotto a Santiago Matatlán, nello stato messicano di Oaxaca, il Mezcal Casamigos è realizzato in modo artigianale esclusivamente con agavi di varietà Espadín. Un metodo tradizionale di fabbricazione custodito e affinato da 4 generazioni, e Casamigos ha la fortuna di portare avanti questa tradizione unica. Da sempre, la produzione avviene in distillerie artigianali chiamate palenques o “luoghi d’incontro”. È qui, infatti, che, a partire dal cuore dell’agave, cioè dalla cosiddetta piña, prende il via la procedura artigianale di produzione del mescal. Dopo la raccolta, fino a sei tonnellate di piñas vengono tagliate e fatte cuocere da 4 a 6 giorni in pozzi scavati nel terreno e rivestiti con rocce vulcaniche, a fuoco lento su braci di legno di quercia. Dopo la cottura e prima della frantumazione, le piñas vengono fatte raffreddare per 24 ore. Una tonnellata per volta, l’agave viene frantumata con una macina, detta tahona, azionata da un tiro di cavalli. A seconda della stagione, il mescal fermenta da 2 a 8 giorni, prima di passare nei distillatori chiusi di rame. Casamigos Mezcal viene sottoposto a una doppia distillazione e decantato per 30 giorni. La preparazione si conclude con l’aggiunta di acqua proveniente da sorgenti di montagna.

Note di degustazione
Disponibile nella versione Joven (o Blanco), Casamigos Mezcal è equilibrato, elegante con note armoniose di tamarindo, melagrana, banana e mango. Freschi aromi di menta, origano essiccato e timo danno carattere al mescal. Delicati accenni di affumicato, di liquirizia e sfumature minerali sono protagonisti di una persistenza vellutata. Tradizionalmente, questo liquore a base di agave si sorseggia a temperatura ambiente in piccole tazze di argilla chiamate copitas.

La bottiglia
Tutte le bottiglie sono fabbricate a mano e rifinite con una procedura esclusiva grazie alla quale ciascuna bottiglia risulta diversa da tutte le altre. Le bottiglie sono quindi cotte in forno a 190 °C. Dopo il raffreddamento, si procede alla stampa delle etichette direttamente sulle bottiglie, le quali vengono infine passate in un forno di ricottura. Qui le bottiglie vengono riscaldate a intervalli di 25 minuti.
La superficie ha un aspetto grezzo, ma al tempo stesso piacevole al tatto. Ciascuna bottiglia è un pezzo unico ed è percepita in modo diverso da ogni persona che la tocca. Il risultato finale è una pregevole opera d’arte realizzata a mano, impossibile da non conservare dopo la consumazione.

Al momento, Casamigos Mezcal è disponibile in bottiglie da 750 ml a un prezzo medio consigliato di 69 €.
Per ulteriori informazioni, visitate il sito www.casamigos.com. Seguiteci anche sui social media: @casamigos.