Breaking
Gio. Lug 25th, 2024

Una realtà di rilievo che va ad ampliare ancor più la già vasta clientela di Stesi nel segmento alimentare composta da marchi come Alce Nero, Valcolatte, Roberto Industria Alimentare, Babbi, Sutto Wine, Cantine Capetta, Casa Sant’Orsola e Santero. Tutte aziende affermate, che propongono prodotti selezionati, spesso biologici e sempre di fascia medio-alta a scaffale. A questi si aggiunge ora Rigoni di Asiago.

Nata negli anni ’20 del secolo scorso sull’Altopiano di Asiago per la produzione e commercializzazione di miele, l’azienda è cresciuta negli anni diversificando la sua produzione con confetture e creme spalmabili, divenendo leader in Italia e incrementando la propria presenza sui mercati internazionali  con un fatturato di oltre 130 milioni di euro nel 2022.

L’elevato livello qualitativo che contraddistingue tutti i prodotti Rigoni di Asiago si deve all’attenzione maniacale per la selezione delle materie prime e al completo controllo della filiera. L’intero ciclo è automatizzato e controllato da tecnologie all’avanguardia. Tutti i passaggi, sono registrati per assicurare la tracciabilità, dalle materie prime al prodotto finito.

La scelta di Rigoni di Asiago di conseguire la certificazione biologica per tutti i suoi prodotti – ottenuta già nel 1992 – rispecchia il costante impegno dell’azienda veneta in termini di sostenibilità, perseguita con la riduzione dell’impatto della produzione sull’ambiente, con un minor consumo di combustibili fossili, un contenuto utilizzo d’acqua ed evitando l’uso intensivo dei terreni a coltivazioni. Rientra in questo impegno anche la recente creazione del nuovo magazzino automatico per la gestione del materiale destinato alle linee di produzione (imballaggi, capsule, vasetti, etc), un’area di 2.300 m2 che porta la superficie complessiva dedicata a magazzino a 6.800 m2 e con una capacità di 5.500 posti pallet.

L’avvio del nuovo magazzino automatico, previsto a inizio 2025, sarà affidato Stesi. L’azienda trevigiana, specializzata nello sviluppo di soluzioni supply chain execution systems atte a ottimizzare i flussi logistici di magazzino, si occuperà anche delle interfacce con il magazzino automatico, il sistema MES e gestionale preesistenti.

L’obiettivo è ottenere un magazzino efficiente in ogni fase: controllo delle merci in entrata, controlli di qualità, tracciabilità dei lotti, miglioramento della logica di gestione, con risvolti estremamente positivi dal punto di vista della sostenibilità, poiché il nuovo sistema consentirà di ridurre ulteriormente gli sprechi in termini di spazi (minore necessità di costruire nuove strutture e capannoni) e numero di mezzi impiegati (e quindi di emissioni prodotte e costi di manutenzione), oltre ad azzerare i tempi di inventario e abbattere i costi legati agli errori operativi, alla gestione degli infortuni e al numero degli operatori impiegati.

Related Post