Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Food Affairs

COMUNICAZIONE

Piadina Romagnola IGP lancia la campagna di comunicazione europea. Biagini: l’accoglienza diventa messaggio di unione tra territori

Al via la campagna triennale di comunicazione e informazione dedicata alla Piadina Romagnola IGP, cofinanziata dall’Unione Europea e dal Consorzio di Promozione e Tutela della Piadina Romagnola. Il programma è inoltre finanziato dalle aziende italiane: L’angolo della piada food srl, Morato Pane spa, Alimenta Produzioni s.r.l., Gastone srl, Loriana Piadina Romagnola, Negroni Umberto, Orva srl, Piadina da Giorgia-Terzaera, Piadina del mare, Riccione Piadina srl, Riviera Piada srl.

Il progetto, denominato PGI-EU PiadinaFriends, punta a migliorare il grado di conoscenza delle Indicazioni Geografiche dell’Unione Europea e, in particolare, della Piadina Romagnola IGP attraverso un insieme sinergico di attività nei due mercati target del progetto: Italia e Germania. Infatti, la Piadina Romagnola ha ottenuto il riconoscimento di Indicazione Geografica Protetta nel 2014 e da quel momento ha registrato una crescita costante in termini di volumi commercializzati e di valore della produzione, con un +251% negli ultimi nove anni passando dalle 6.768 tonnellate del 2014 alle 23.756 del 2022.

Il progetto si articolerà in azioni above the line e below the line. La strategia social sarà orientata ad ottenere una vera e propria community di fan che verranno direttamente coinvolti nella creazione dei contenuti tramite attività di influencer marketing. Verrà messo a disposizione un numero Whatsapp, per costruire un rapporto diretto con tutti quei consumatori interessati ad approfondire le conoscenze sul prodotto e sulle sue caratteristiche. Gli stessi produttori verranno coinvolti in dirette social per raccontare la Piadina Romagnola IGP, le garanzie offerte e le sue peculiarità. A queste azioni digitali, declinate sui social e sul sito web, si affiancheranno le attività di ufficio stampa, sia in Italia che in Germania, per coinvolgere i media B2B e B2C più affini ai temi trattati.

Per rispondere al meglio alle esigenze del mercato, la campagna europea seguirà due strade complementari ma leggermente diverse nei due mercati target.

In Italia si punterà rafforzare e consolidare il “valore” differenziale dell’IGP, con la realizzazione di un’importante campagna televisiva nazionale che sarà un fondamentale volano per il raggiungimento della consapevolezza del consumatore. Inoltre, verrà realizzato un vero e proprio tour annuale itinerante, chiamato Piadina Romagnola IGP Sustainability Tour, che toccherà tutte le spiagge della Riviera Romagnola.

Advertisement. Scroll to continue reading.

In Germania la strategia di penetrazione metterà in evidenza le peculiarità del prodotto IGP sfruttando soprattutto la leva salutistica, il legame con la Dieta Mediterranea e con la tradizione storica del prodotto romagnolo. Per esempio, si punterà a valorizzare la Piadina Romagnola IGP preparata con olio extra vergine di oliva anziché strutto, una variante prevista dal disciplinare di produzione dall’elevato potenziale di crescita e sviluppo. Un pasto veloce e versatile ma completo e salutare, adatto anche ai consumatori vegani. Non mancheranno infatti le attività in-store per consolidare in questo senso lo spazio dedicato al prodotto.

Il vero leitmotiv del progetto sarà, però, il valore di accoglienza rappresentato dalla Piadina Romagnola IGP. Un cibo inclusivo, in grado di legare tradizione e innovazione, un piatto “contenitore” ideale per gustare tanti prodotti europei. Ma anche farcita con erbe di campo o con il pesce azzurro, come usavano fare i contadini e i pescatori della Romagna. “L’accoglienza della piadina Romagnola IGP diventa anche messaggio di unione tra territori, possibilità di scoprire gusti inaspettati, e racconto dal grande potenziale educativo, ha dichiarato Alfio Biagini, Presidente del Consorzio di Promozione e Tutela della Piadina Romagnola, in questa campagna la Piadina Romagnola IGP varca i confini territoriali diventando simbolo di accoglienza, inclusività e amicizia fra i paesi d’Europa.”

La strategia comunicativa sarà articolata in diverse fasi e utilizzerà diversi strumenti in modo da accompagnare, nel triennio, i consumatori e i retailer nell’acquisizione di una conoscenza attualmente non ancora sedimentata di un prodotto dalle caratteristiche uniche sul mercato europeo e garantite dal sistema di qualità UE.

Food ESG Affairs

TM

Food ESG Affairs

Articoli correlati

COMUNICAZIONE

Assocantuccini, il Consorzio per la Tutela dei Cantuccini Toscani IGP, promuove un’indagine rapida tra i consumatori sulla conoscenza del prodotto “cantuccini toscani” e sul...

COMUNICAZIONE

Genova, senza dubbio una delle città italiane con la più profonda passione e cultura per la frittura, che può vantare molte amatissime ricette tradizionali...

COMUNICAZIONE

Dall’Alto Adige, Recla porta sulle tavole un mondo di sapori autentici con i suoi würstel Specialità e una nuova strategia di comunicazione che punta a valorizzare le caratteristiche...

COMUNICAZIONE

La campagna “Un mondo oltre la mela. Esperienza di gusto europea” è un programma triennale di comunicazione e promozione cofinanziato dall’Unione Europea, dal Consorzio Mela Alto...

COMUNICAZIONE

Mandara, marchio leader nella vendita di mozzarella di bufala in Italia e parte del gruppo Lactalis, annuncia con grande entusiasmo il suo ritorno in comunicazione...

COMUNICAZIONE

Al via dal 15 luglio la programmazione radio dei nuovi spot Fiorentini. L’azienda leader di mercato nelle categorie dei sostitutivi del pane, snack salutistici...

-