Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Food Affairs

DIGITAL, E-COMMERCE, AI, NFT

La birra ora si produce anche con una stampante (molecolare)

birra e birre

L’ultima novità nel mondo della birra viene della tecnologia nel campo delle stampanti. La startup di Anversa Bar.on ha annunciato di aver sviluppato un progetto di “stampante di birra molecolare”.

Come riporta il quotidiano La Libre ripreso da Agrifoodtoday, grazie all’acqua del rubinetto e agli aromi contenuti nelle cartucce, la macchina consente di produrre in pochi secondi diverse varietà di birra. La peculiarità di questa “stampante” consiste nella capacità di modulare la percentuale di alcol. Può inoltre produrre diversi tipi di birra, che si tratti di una scura, un’ambrata o una classica bionda lager, rendendola fruttata o amara. Tra le sue capacità anche quella di preparare bevande analcoliche. I responsabili di Bar.on riferiscono che il loro prototipo è in grado di aggirare il tradizionale processo di fermentazione. In questo modo chiunque in casa potrà avere “macchine per la birra” in grado di miscelare queste bevande a proprio piacimento semplicemente premendo alcuni pulsanti.

Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con Kevin Verstrepen, professore universitario di microbiologia ed il suo team di scienziati dell’università Vib-Ku Leuven. I composti chimici vengono “catturati” nelle cartucce, per poi essere mescolati all’acqua del rubinetto. Un elemento che, secondo l’azienda, attribuisce al progetto un impatto ecologico basso, evitando il problema del trasporto della birra al consumatore. Più che al singolo consumatore però al momento gli sforzi dell’azienda si stanno concentrando su un prototipo destinato alla ristorazione denominato “One Ta Pro”.

La startup promette di testarlo nel corso di quest’anno, avviando una fase di confronto con diverse aziende per produrre su larga scala la propria tecnologia. La società ha finora raccolto fondi per 1,8 milioni di euro lo scorso anno e prevede di aprire una nuova filiale a Bruxelles. Nessuna data di lancio della macchina o del prezzo della stessa è stato ancora annunciato. Da capire se si tratta di una svolta nel futuro della birra o di una schiaffo ad una tradizione centenaria perpetrata dai monaci trappisti e oggi dai tanti birrifici artigianali tenuti in piedi dagli appassionai del luppolo.

Food ESG Affairs

TM

Food ESG Affairs

Articoli correlati

NOVITÀ

Il legame di PENNY Italia con lo sport e il sano divertimento è ormai un dato di fatto. I valori dello sport, primo tra...

NOVITÀ

È sempre un buon momento per concedersi una pausa rinfrescante e lasciarsi avvolgere dalla cremosità e dal sapore di un gelato artigianale: quest’estate coccolatevi...

NOVITÀ

La Fondazione Pastificio Cerere, spazio di produzione artistica, centro di scambio culturale e di incontro per artisti e curatori, celebra vent’anni dalla sua istituzione con due mostre, a...

NOVITÀ

Il 18 giugno si celebra la Giornata Mondiale del Sushi, una pietanza tipica giapponese che è diventata molto popolare anche in Italia. Con la...

NOVITÀ

Super Stella, Conchiglia Verde, Moneta, Super Fungo e Fiore di Fuoco: HARIBO e Nintendo hanno trasformato alcuni personaggi del mondo di Super Mario in golose e divertenti caramelle gommose ai...

NOVITÀ

SG Marketing Agroalimentare, società di consulenza di marketing, annuncia l’avvio della terza edizione della stagione estiva della campagna “BE FRUITY!”, un progetto ambizioso volto a...

-