Breaking
Gio. Lug 25th, 2024
Marta Camerano

Direttamente dal mondo di Chef in Camicia, la media company italiana che tratta di food a 360°, oggi vi presentiamo Marta Camerano. Creative editor dalla personalità curiosa, entusiasta ed instancabile, Marta ama tutto ciò che concerne il mondo del food e non intende smettere mai di affrontare nuove avventure.
Conosciamola meglio con questa esclusiva intervista per Food Affairs:

Quando è nata la tua passione per il cibo?
È nata mentre studiavo ingegneria all’università: cucinavo per rilassarmi e per staccare da un mondo fatto solo di formule e numeri. Questa passione si è trasformata poi in un vero e proprio interesse, che ho voluto da subito iniziare ad esplorare mettendo davvero le “mani in pasta”.
Il mio primo lavoro è stato in un catering e grazie a quello, oltre relazionarmi con il cibo, ho imparato l’importanza dell’organizzazione e della programmazione ed anche a saper gestire gli imprevisti dell’ultimo secondo, quelli che, malgrado avessi pensato proprio a tutto, non eri riuscito a prevedere.

E dopo il catering, che direzione ha preso la tua vita lavorativa?
Dopo ho cominciato a lavorare per un ristorante come cameriera: in poco tempo ne divento socia e lo prendo in gestione. Quest’esperienza mi ha permesso di capire quanto sia importante il pubblico e l’esperienza che vive con il cibo. Gestire il locale, invece, mi ha insegnato il peso e le soddisfazioni che possono portare le responsabilità e anche quanto sono importanti le relazioni con tutte le persone con cui lavoriamo, partendo dai colleghi, ai clienti e ai fornitori. Lavoravo moltissime ore al giorno, tanto che ad un certo punto ebbi bisogno di prendermi una piccola pausa dal mondo della ristorazione. Poco dopo, grazie ad un amico pasticcere, conobbi il mondo dei dolci: mi piacque così tanto che mi specializzai con diversi corsi professionali. Tornai insomma a mettere le mani in pasta, anzi, in pasticceria! In questa parte della mia vita sono stati fondamentali tutti gli insegnamenti che mi hanno lasciato gli anni di ingegneria perché la pasticceria, forse più di ogni altro argomento di cucina, è una vera e propria scienza.

Marta Camerano

Tanta esperienza diretta con i clienti, che oggi è diventata più “virtuale” sulle pagine di Chef in Camicia. Come sei entrata nel team?
Per me il mondo digital, da brava boomer quale sono, era davvero sconosciuto, ma io sono una che non si arrende mai, quindi ho accettato la nuova sfida con entusiasmo.

In cosa consiste il tuo lavoro?
Ho iniziato come Editor e Talent, scoprendo nel tempo di avere un’inclinazione naturale per l’organizzazione e il coordinamento, frutto forse di tutte le esperienze pregresse. Questa dote mi ha portato ad essere oggi, per Chef in Camicia, Content and Creative Editor e Responsabile del reparto cucina. In pratica mi occupo della revisione di tutti i contenuti che escono sulla pagina di Chef in Camicia partendo dalla creatività fino all’uscita della video ricetta. Inoltre coordino tutto il lavoro di back, lato cucina, che porta alla registrazione dei video. Ultimamente mi è stata anche data la possibilità di ritagliarmi un piccolo ruolo autoriale per alcuni progetti speciali.

Durante la pandemia è nata Academia.tv, la piattaforma di corsi on line, figlia di Chef in Camicia e che oggi è una vera e propria realtà che cammina con le sue gambe. Quali sono i suoi punti di forza e perché la consiglieresti?
Con Acadèmia.tv puoi imparare a cucinare come un vero chef comodamente da casa, ed è una piattaforma adatta proprio a tutti, sia agli appassionati che a chi si approccia per la prima volta alla cucina. Acadèmia è davvero ricca di contenuti su tantissimi argomenti diversi. Spoiler per i miei amici: quest’anno sotto l’albero troverete un cofanetto nero che contiene qualcosa di veramente unico…

Cosa ti piace di più del tuo lavoro?
Quello che mi piace del mio lavoro è proprio la varietà: ogni progetto è diverso e soprattutto è una nuova sfida che non vedo l’ora di affrontare.

Oltre alla cucina, quali sono i tuoi più grandi interessi?
Questa è forse la domanda più complicata a cui rispondere perché la cucina per me rappresenta davvero una fetta importante di vita. Oltre al mio lavoro é infatti anche la mia principale passione. A casa ho una famiglia per cui amo cucinare. Mi soddisfa davvero molto vedere chi amo felice intorno ad un tavolo. La cucina è amore e condivisione per me. Il mio tempo libero quindi molto spesso lo trascorro in cucina. Amo però anche la musica, la lettura e soprattutto i viaggi: sono una di quelle persone che ha sempre la valigia già pronta sotto il letto.

Related Post