Un negozio che apre, una serranda che si alza nonostante la pandemia, ma soprattutto un modello inedito di presentarsi al mercato per un’azienda storica del Biologico italiano. Alce Nero non ha mai smesso di investire durante l’emergenza sanitaria e ora annuncia un nuovo progetto che potrebbe avere importanti conseguenze per il suo futuro.

A marzo aprirà il primo negozio a marchio Alce Nero a San Lazzaro, paese dell’hinterland bolognese dove si trovano gli ex uffici diventati insufficienti a contenere la crescita dell’azienda, storica realtà di agricoltori e trasformatori biologici nata negli anni ’70. Il nuovo punto vendita aprirà i battenti domani in via Palazzetti 5/C, nella prima periferia di San Lazzaro, con una superficie di 80 metri quadri destinati alla vendita e altrettanti per magazzini e uffici di servizio, con un ampio parcheggio per i clienti.

Nel negozio sarà in vendita tutto l’assortimento completo Alce Nero dell’area secco, fresco e surgelato. È il primo luogo gestito direttamente dall’azienda per presentare tutti i suoi prodotti e comunicare appieno i valori che guidano l’attività fin dalla sua fondazione. Il negozio è stato realizzato in collaborazione con Exibia, un partner storico di Alce Nero per gli allestimenti, e grazie al design interno sarà un luogo dove fare la spesa potrà essere anche un momento di informazione sulla agricoltura biologica, le materie prime e i processi di lavorazione che sono alla base della produzione di un cibo buono, per se stessi e per la terra.

La data di inaugurazione ufficiale è dunque il 5 marzo e gli orari di apertura andranno dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.30 durante la settimana, con orario continuato al sabato e chiusura alla domenica.

Alce Nero è oggi una marca piuttosto nota, apprezzata e distribuita in molta parte di punti vendita alimentari; tuttavia molti nostri clienti, anche affezionati, non hanno consapevolezza della quantità di prodotti che il nostro gruppo produce e della ricchezza della nostra proposta, che conta più di 400 articoli, nelle diverse categorie – afferma Massimo Monti, Amministratore Delegato di Alce Nero – In questo nuovo Negozio chi verrà potrà vedere, toccare con mano e, ci auguriamo, provare tutta questa gustosa varietà. Ci fa anche piacere, in questo interminabile momento di emergenza, mandare un piccolo ma concreto segnale di come sia comunque possibile continuare ad investire, cercando strade nuove ed immaginando un futuro migliore”.

Questo nuovo negozio servirà infatti da “esperimento” per un format che Alce Nero ha infatti intenzione di sviluppare ulteriormente, per esportarlo in altre parti d’Italia. Ma è da Bologna, dove l’azienda è nata, che inizia questa nuova strada.