Vecchio Amaro del Capo ha lo spirito del campione e si aggiudica il podio al Brands Award 2020 in ben quattro categorie. Primo posto, per il quarto anno consecutivo, nella categoria ‘Alcolici e Birre’. Secondo nella classifica assoluta ‘Top Brand’ su circa cento prodotti in nomination. Secondo nelle categorie ‘Retailer’ e ‘Consumatore’. I successi ottenuti dall’amaro più amato sono stati decretati sulla base di dati effettivi riferiti alle abitudini dei consumatori che hanno acquistano prodotti di largo consumo e con la loro fedeltà al brand hanno permesso a Vecchio Amaro del Capo di raggiungere questi importanti risultati.

Brands Award è, infatti, una competizione basata sulle migliori performance annue con criteri di selezione riferiti a dati di vendita IRI (uno dei più prestigiosi centri al mondo specializzato in Analytics sul mercato del largo consumo), sottoposti al giudizio di tecnici (buyer/category/direttori acquisti della gdo) e di consumatori. È l’unica iniziativa alla quale non ci si iscrive. La classifica viene redatta valutando tutti i beni del largo consumo presenti oggi sul mercato in base alla crescita di quota di mercato e di vendite per ognuna delle categorie.

Una gara tra tutti i prodotti di largo consumo del retail nella quale Vecchio Amaro del Capo ha ottenuto il secondo posto nella classifica assoluta. Un podio che il più celebre e amato amaro di Calabria riconferma dopo la conquista della prima posizione nel 2019.

La migliore performance Vecchio Amaro del Capo la ottiene come vincitore incontrastato nella sezione ‘Alcolici e Birre’ che guadagna per il quarto anno consecutivo. La vittoria è stata accompagnata dalla seguente motivazione: «È il prodotto iconico della Distilleria Caffo, frutto di un’antica ricetta calabrese poi rielaborata e migliorata dall’esperienza acquisita dalle quattro generazioni della famiglia Caffo. Il Vecchio Amaro del Capo è il liquore di erbe di Calabria, dotato di principi attivi di erbe benefiche, fiori, frutti e radici del territorio calabrese, infusi in alcol. Le erbe officinali sono in tutto 29 con proprietà tonico digestive, come l’arancio amaro, l’arancio dolce, la liquirizia, il mandarino, la camomilla e il ginepro. L’amaro ha un gusto aromatico adatto anche ai palati più delicati e, come tradizione vuole, va bevuto ghiacciato a –20°C nei caratteristici bicchierini del Capo. La tradizionale bottiglia in vetro da 70 ml è rimasta fedele alla tradizione così come l’etichetta ormai distintiva del brand».

Vecchio Amaro del Capo è anche campione vicario nella categoria‘Retailer’. Il titolo è stato assegnato da una giuria composta da buyer, category e direttori acquisti delle principali catene distributive italiane.

Alto riconoscimento anche nella classifica ‘Consumatore’ dove guadagna il secondo posto. In questo caso, a giudicare sono stati 2.000 consumatori intervistati (su 38.781 segnalazioni di prodotti acquistati), tutti con il requisito fondamentale di aver comprato, negli ultimi tre mesi, almeno un prodotto tra quelli in nomination.

“Siamo orgogliosi dei riconoscimenti ottenuti – commenta soddisfatto Paolo Raisa direttore commerciale di Gruppo Caffo 1915 – sappiamo che Vecchio Amaro del Capo è molto amato e conquista sempre più pubblico. La vittoria per quattro anni consecutivi nella categoria ‘Alcolici e birre’ dimostra quanto i consumatori siano affezionati al nostro brand e ce lo confermano con la loro fiducia. Una continuità che rafforza il nostro entusiasmo e la convinzione che lavorare bene porta risultati positivi e questi premi ne sono la dimostrazione”.
Conclude Nuccio Caffo amministratore delegato di Gruppo Caffo 1915: “Questo risultato è determinato da giurie di esperti e di consumatori e si concretizza in un successo di vendite raggiunto grazie alla forza della politica commerciale dello staff guidato da ben 15 anni da Paolo Raisa che ha saputo portare ovunque l’impostazione originaria dell’azienda che da sempre ha un rapporto sincero con i propri consumatori, per i quali la nostra distilleria  lavora con abnegazione e serietà da oltre un secolo in modo da mantenere sempre la massima qualità di tutti i prodotti, senza mai deludere le aspettative di chi acquista un prodotto Caffo. Vecchio Amaro del Capo ha oramai  una sua identità ben definita ed il suo successo ha stimolato tutto il settore degli amari che sta vivendo una nuova gioventù e, la Calabria, un tempo fanalino di coda del settore, grazie al nostro lavoro è diventata la locomotiva che traina il mercato. Fino a soli 10 anni fa non avrei mai immaginato che nascessero anche “finti amari calabresi” per tentare di cavalcare l’onda di questo successo che abbiamo ottenuto lavorando duramente, quindi, orgogliosamente, posso affermare che siamo stati lungimiranti avendo puntato con tutte le nostre forze alla valorizzazione dell’unico vero liquore d’erbe di Calabria realizzato grazie alla costruzione nel tempo di una vera e propria filiera sotto il controllo totale della nostra azienda. Dalla coltivazione degli ingredienti principali, alla realizzazione degli infusi e dei distillati dai quali si ottiene il suo particolare gusto al 100% naturale, fino a tutte le fasi di miscelazione, affinamento e confezionamento, il Vecchio Amaro del Capo è un prodotto 100% Calabrese e 100% Caffo. Ogni giorno io e mio padre sovraintendiamo in prima persona a tutte le fasi necessarie per ottenere questo risultato, frutto anche dell’impegno dei collaboratori che abbiamo personalmente scelto e formato nel tempo. Ringrazio inoltre, principalmente i consumatori perché con la loro fiducia hanno premiato il nostro lungo e costante impegno”.