Il 5 febbraio è la Giornata nazionale contro lo spreco alimentare. Reti e testate raccontano come evitare questo sperpero di cibo, che in Italia ammonta a 12 miliardi di euro, con un palinsesto dedicato che coinvolge anche il web.

La Giornata, celebrata per la prima volta in Italia nel 2014, mira a sensibilizzare e responsabilizzare i cittadini–consumatori. Ridurre lo spreco è una necessità anche per raggiungere, entro il 2030, l’obiettivo fissato dalle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile del pianeta. Tra i principali appuntamenti televisivi del 5 febbraio, su Rai1 Uno Mattina (6.45) riserva un approfondimento a cura della redazione del Tg1, mentre La prova del cuoco, alle12, propone uno spazio ad hoc. Segmento dedicato anche nella puntata di Detto Fatto, alle 14 su Rai2, e ampia copertura informativa nella rubrica TG2 Italia (la mattina alle 10). Su Rai3 nella puntata di Geo (17) Andrea Segrè, promotore della Giornata, fa il punto sul cibo, sulla salute dell’uomo e sull’ambiente, mentre Nuovi Eroi (20.10) racconta la storia di Marco Ranieri che combatte lo spreco con lo scambio tra cittadini. La presenza di Rai Cultura si articola su Rai Storia con Il Giorno e la Storia (ore 00.10 e in replica alle 5.30, 8.30, 11.30, 14.00 e alle 20.10) e Affamati di spreco – I paradossi del cibo (10.30): il documentario di Maite Carpio mette a confronto la realtà dell’Italia e del Ciad per capire cosa ci abbia reso consumatori ad alto spreco, e scoprire come impegnarsi per recuperare quel cibo che, altrimenti destinato alla distruzione, può sfamare persone in difficoltà.

Su Rai Scuola, alle 21.30, è invece la volta  Memex Doc CambiaMenti: cibo”, il programma documentaristico originale prodotto da Rai Cultura, cerca di  comprendere e raccontare il cambiamento, la tensione tra presente e futuro, attraverso la lente della ricerca scientifica e tecnologica, mentre Rai Cultura web e il portale di Rai Scuola propongono un filmato che, con utili consigli, informa famiglie ed esercizi commerciali su come ridurre gli scarti in cucina e le attrezzature da usare per conservare al meglio i cibi.

Tutte le Testate televisive danno alla ricorrenza ampia copertura informativa. La Tgr, in particolare, con la redazione italiana del Friuli Venezia Giulia propone notizie e servizi nelle principali edizioni dei telegiornali e dei giornali radio. Spazio dedicato, inoltre, nel corso della trasmissione Buongiorno Regione (7.30).

Il tema dello spreco alimentare è sempre stato molto presente, anche, nelle edizioni della Tgr Marche che il 5 febbraio, in occasione della giornata nazionale, propone interviste in studio con volontari delle associazioni che si occupano del ritiro e consegna, alle famiglie e soggetti bisognosi, delle eccedenze alimentari. LaTgr Sicilia, oltre a seguire l’iniziativa del Banco Alimentare per la raccolta del cibo e dei beni di prima necessità nei supermercati siciliani, racconta la storia dei Total Roller, un gruppo di ragazzi catanesi appassionati di pattini e skateboard, che li vede impegnati ogni sera nella raccolta veloce di cibo avanzato da panifici, bar e pasticcerie al fine di distribuirlo tramite parrocchie e associazioni di volontariato. Mentre la redazione della Valle d’Aosta a Buongiorno Regione (07.30) ha un ospite che parla di “buone pratiche” – spesa attenta e dispensa ordinata – introdotto da una scheda sul progetto recupero degli alimenti, realizzato da Slow Food insieme all’Unione Cuochi della Valle d’Aosta. Il 9 febbraio, infine,  il settimanale della Tgr RegionEuropa (11.00)propone un servizio sull’argomento  per mettere in risalto l’impegno che da qualche anno il Parlamento Europeo e le altre Istituzioni UE dedicano al tema.

Molti gli spazi anche nella programmazione di Radio Rai. Radio2, media partner della giornata, giovedì 30 gennaio nella puntata di Decanter ha affrontato l’argomento durante una telefonata con Giobbe Covatta e venerdì 31 gennaio a Un paese per giovani ne ha parlato con Neri Marcorè. L’impegno di Radio2 si conclude con la puntata di Caterpillar che ospita al telefono Veronica Pivetti.

Rai Radio 3 propone invece l’ascolto del ciclo di Tre Soldi “Non sprecare. Eccedenze alimentari e soluzioni elementari”, audio documentario di Daniele Olivieri disponibile in podcast su RaiPlay Radio. Perché un terzo del cibo prodotto finisce nella spazzatura? Cosa si può fare per ridurre questi sprechi? A Padova il collettivo ‘La cucina brigante’ si occupa proprio di questo: proporre soluzioni e far conoscere il problema. Tra mercati generali, tecnologia, cassonetti e il nostro frigo, si scoprono diversi modi per evitare che il cibo totalmente commestibile finisca nella pattumiera. La serie è stata realizzata da Daniele Oliveri, allievo del Corso di Reportage della sede Abruzzo del Centro Sperimentale di Cinematografia, con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Abruzzo, Comune dell’Aquila. In tutte le principali edizioni del Gr, Gr1, Gr2 e Gr3, propongono servizi sull’argomento.