Il piano media supporta la strategia coniugando la pianificazione in Europa con la crescita nelle aree focus, come USA o Middle East, e l’aggiunta di nuovi Paesi quali Canada e nuovi Paesi nel Far East

Oltre alla crescita dell’internazionalizzazione, tra gli obiettivi della strategia lo scouting di nuovi decisori e influencer da tutto il mondo.

Grande attenzione al canale digital, in linea con l’innovazione che caratterizza TUTTOFOOD. Debuttano il nuovo payoff istituzionale ‘International Food Fair’, un’evoluzione in senso grafico dei loghi e una campagna ADV incentrata su un visual dinamico e contemporaneo.

Milano, 27 gennaio 2020 – Dinamica e giovane. Proprio come TUTTOFOOD che, in breve tempo, è diventata la manifestazione leader del settore in Italia. È la nuova campagna di comunicazione Adding value to taste, che debutta il prossimo gennaio e accompagnerà il percorso verso la prossima edizione, a fieramilano dal 17 al 20 maggio 2021.

In un visual ideato dallo studio Leftloft con uno scatto del food & fashion photographer Maurizio di Iorio il pomodoro, storico logo della manifestazione, ritorna nell’originaria versione realistica ma rivisitata in chiave contemporanea, come simbolo dell’incontro tra l’eccellenza agroalimentare italiana e le realtà Food & Beverage di tutto il mondo. A completamento della campagna sono previsti anche un’evoluzione dei loghi – sia della manifestazione sia delle aree – che diventano invece più lineari e grafici, e un nuovo claim in cui TUTTOFOOD sarà semplicemente ‘la’ International Food Fair, a sottolineare il consolidamento del posizionamento acquisito e la sempre maggiore apertura anche ai mercati più lontani. Previsto inoltre un rafforzamento dello staff dedicato alla comunicazione.

TUTTOFOOD_campagna ADV
Il nuovo piano media riflette la strategia di crescente internazionalizzazione coniugando un’attenta pianificazione negli storici mercati dell’Europa con il rafforzamento sulle aree focus della manifestazione, come USA e Middle East, e con l’aggiunta di nuovi Paesi come Canada e quelli del Far East. Si conferma alta l’attenzione all’Italia, dove la campagna interesserà anche i media generalisti oltre a quelli specializzati. Centrale il ruolo del digital, canale immediato, diretto e in linea con l’innovazione che caratterizza TUTTOFOOD.

Oltre all’internazionalizzazione, altro obiettivo della strategia di comunicazione sarà lo scouting di nuovi decisori e influencer, naturale sviluppo di un altro valore aggiunto, quello fondante di una manifestazione di successo: la capacità di creare relazioni di business e supportarle con la condivisione delle competenze e conoscenze di settore. Capacità che viene storicamente riconosciuta a TUTTOFOOD dai suoi stakeholder, come confermano anche i numeri della survey condotta durante l’ultima edizione. Tra i buyer, il 92% si è dichiarato soddisfatto o molto soddisfatto e il 91% consiglierebbe la manifestazione ai colleghi – un gradimento pressoché unanime. A TUTTOFOOD 2019, 82.551 operatori da 143 Paesi hanno incontrato in 13.609 incontri di business 3.079 brand da 43 Paesi.

Il prossimo appuntamento con TUTTOFOOD è a fieramilano a Rho dal 17 al 20 maggio 2021.