Si chiama Anna Buffa l’ideatrice del format di food entertainment, la dimensione di eventi che ormai riguarda tutto uno stile di vita. Sotto l’insegna di «Fornelli a Spillo», quest’attrazione verso il cibo è ricominciata nel 2020 rivolgendosi ai single nella loro città d’elezione: Milano. Dopo tre sold out collezionati in pochi giorni (16/1, 30/1, 6/2), una novità importante sono gli eventi arcobaleno, proprio in un quartiere come NoLo che dell’uguaglianza sta facendo la sua bandiera. Il primo è programmato per il 13 febbraio, il giorno prima di San Valentino.
«Il format è ormai consolidato -spiega Anna Buffa- ma avevo l’esigenza che non si fermasse a un’esperienza ludica, per quanto importante e basata sui legami umani. La maggior parte degli eventi si svolge nel quartiere NoLo, dove abito e mi sento residente proprio per le iniziative che la gente del quartiere organizza e svolge. Voglio farne parte sempre di più e sono sicura che gli eventi arcobaleno saranno pieni di soddisfazioni. Nel primo creeremo il risotto arcobaleno, e ho l’ambizione di eleggerlo a piatto tipico di NoLo».

«Essere single -racconta Anna Buffa- è una dimensione che ben si coniuga alla voglia di cucinare insieme. Consigliare la quantità di un ingrediente, confrontarsi su alcuni dettagli come aromi e spezie, o ancora servire il piatto a una persona a noi affine mette alla prova lo status del single, abituato ad agire in solitudine ma non per questo meno desideroso di voglia di condivisione. Attaccare bottone, cucire legami, imbastire relazioni cucinando con altre persone che condividono la solitudine del post-lavoro che però, davanti ai fornelli, cancellano per una serata è lo scopo del food entertainment di Single Food. Per una sera, o chissà…»
Il food entertainment sta diventando richiesto anche per gli addii al nubilato e gli addii al celibato. Il gioco di relazioni in cucina riesce a riguardare davvero tutti coloro che vogliono divertirsi. «Vedere nascere amori e amicizie nella mia cucina è l’obiettivo del senso di ospitalità che trasmetto», chiosa Anna Buffa.