Il World Vegan Day è alle porte: il prossimo 1° novembre una sempre più ampia community avrà l’occasione di celebrare uno stile di vita
alternativo che si basa su risorse non provenienti dal mondo animale. Secondo l’ultima rilevazione Eurispes[1], il numero dei vegani è in costante aumento in Italia: questo gruppo infatti ha registrato una crescita dell’1% rispetto al 2018 e rappresenta l’1,9% del numero complessivo dei vegetariani e vegani. Quandoo, la piattaforma di prenotazione di ristoranti con la più rapida crescita a livello globale, che permette di prenotare in oltre 18.000 ristoranti nel mondo di cui 5.000 in Italia, contempla da tempo la presenza di diversi ristoranti che offrono menù privi di derivati animali e cruelty-free prenotabili attraverso la piattaforma.

Giornata Mondiale del Veganismo

In Italia, lo stile di vita vegano è in forte aumento: le prenotazioni per ristoranti vegani su Quandoo hanno fatto registrare una crescita del 50% rispetto al 2017. Dando uno sguardo alle singole città italiane, Milano è in testa alla classifica con un incremento delle prenotazioni pari al 100%, seguita da Torino (+50%), Roma (+21), Napoli (+18%) e Catania (+16%).

La celebrazione del World Vegan Day fissato per il primo novembre è stata istituita nel 1994 da Louise Wallis, allora presidente della Vegan Society nel Regno Unito, per commemorare il 50° anniversario della fondazione dell’organizzazione e della nascita dei termini ‘vegano’ e ‘veganismo’.

Della cucina vegana tutti ormai conoscono i principi e le regole generali, nonché gli ingredienti di base come alghe, seitan e tofu. Sono inoltre entrati nella quotidianità prodotti come il gomasio o il lievito a scaglie, perfetti per dare quella sferzata di gusto in più a una semplice pasta.

I ristoranti vegani più prenotati su Quandoo

L’utilizzo di ingredienti di prima qualità e tecniche di cotture particolare capaci di lasciare intatti i valori nutritivi di ogni singolo ingrediente sono fattori che definiscono l’esperienza culinaria in un ristorante vegano. Ecco i cinque migliori locali a Milano, Roma e Venezia, dove assaporare menù primi di derivati animali e cruelty-free prenotabili sulla piattaforma di Quandoo:

Ghea: ristorante a Milano, è un laboratorio di cucina naturale, biologica, vegetariana e vegana che si trova nella zona della stazione di Porta Genova. Ingredienti freschi e stagionali di produzione biologica sono alla base del menù del ristorante, che offre piatti creativi e ricchi di sapore. Da non perdere: Ravioli neri ripieni di crema di agrumi con dadolata di verdure di stagione leggermente piccante, carciofi alla nepitella e panure al limone

Cibò Ristorante Vegan: in via Achille Maiocchi a Milano, questo locale è considerato un’oasi ideale per chiunque ricerchi una cucina naturale e vegana, dove ogni portata è cruelty-free improntata alla salute. Diverse le ricette che riscoprono i sapori della terra, in un equilibrio fra cereali, verdure, soia e grano che segue i principi naturali.  Da provare: Riso basmati con verdur e tamari

Solo Crudo: bistrot crudista a Roma in zona Prati. Ogni pietanza servita viene preparata con una cottura massima di 42°, per non eliminare tutte le proprietà nutritive degli ingredienti. Solo Crudo è un misto tra una cucina vegana che riesce a essere succulenta e leggera allo stesso tempo, e una cucina sperimentale che si concentra sull’aspetto salutare. Da non perdere: Cacio, pepe e cardoncelli – spaghetti di zucchine, formaggio anacardi, cardoncelli cotti a bassa temperatura, pepe.

VgGoloso: ristorante a Mestre, propone ricette con ingredienti vegetali e biologici che contribuiscono inoltre alla riduzione dell’emissione di sostanze chimiche nell’ambiente. In menù: Black Burger di fagioli neri e sesamo con verdure del giorno

100% Bio: locale vegetariano e vegan friendly a Roma in zona Aventino, offre prodotti, come dice il nome, cento-per-cento biologici e controllati. Oltre alla formula buffet con oltre 40 piatti biologici e vegani, è possibile provare il Tempeh con fagiolini e seitan con peperoni

“Essere vegetariani o vegani non è solo più una scelta dettata dalla moda del momento: le persone che intraprendono questo stile di vita, scelgono in modo molto consapevole di abbracciare un regime alimentare molto specifico”, commenta Andrea Favarato, VP Southern Europe di Quandoo. “Anche la ristorazione risponde alla crescita della domanda, basti pensare all’offerta proposta da un numero sempre maggiore di locali che integrano nei propri menù proposte ad hoc, nonché alla nascita di ristoranti 100% vegani, che come confermano i dati registrati sulla nostra piattaforma, sono sempre più richiesti dagli utenti”.