Hera, la nota multiutility bolognese, ha scelto l’agenzia di comunicazione maceratese GoodCom per il nuovo progetto di educazione e sensibilizzazione dei cittadini emiliani sulla raccolta differenziata dell’olio alimentare esausto.

La campagna informativa – intitolata “Ottimo per la Frittura ma Pessimo per l’Ambiente” – sarà tutta itinerante e GoodCom organizzerà un tour composto da ventidue tappe in giro per l’Emilia Romagna, servendosi di Oliver, un minivan con funzione di info-point.

Si parte già oggi da Bologna, dove Oliver si fermerà fino a domenica in piazza XX Settembre.

Obiettivo dell’intera campagna è la promozione di un’ “abitudine virtuosa” per l’ambiente ma ancora poco nota: la raccolta differenziata dell’olio alimentare esausto, ossia di tutto quell’olio utilizzato in cucina per la cottura dei cibi o per friggere e di quello residuo dagli alimenti sott’olio.

Durante il tour organizzato e gestito da GoodCom, i cittadini avranno la possibilità di ricevere informazioni sul giusto conferimento degli oli e sulla posizione dei nuovi contenitori stradali. A loro saranno inoltre consegnati i gadget messi a disposizione da Hera e illustrati tutti i benefici di questo gesto semplice, ma molto importante per l’ambiente.

L’olio alimentare esausto, infatti, se smaltito in modo non corretto (in particolare attraverso gli scarichi domestici e la rete fognaria) può causare gravi danni ambientali e problemi ai depuratori e alle condotte fognarie. Un kg di olio alimentare esausto può distribuirsi fino a ricoprire una superficie di 1000 mq, contaminando seriamente la falda e le acque superficiali e formando una pellicola che ostacola l’ossigenazione dell’acqua. Se conferito correttamente, invece, l’olio esausto è un rifiuto completamente recuperabile e può essere rigenerato e trasformato in nuove risorse.

Un bel traguardo per GoodCom, quindi, giovane agenzia di comunicazione nata proprio con l’obiettivo di promuovere la sostenibilità, sotto ogni suo aspetto, e divulgare le “buone pratiche” in modo innovativo, costruendo percorsi mirati di comunicazione. Non la solita agenzia di comunicazione, bensì una realtà pronta a distinguersi per la sua impronta e il suo approccio fortemente green.

«Grazie a Hera per aver creduto in noi e per averci dato la possibilità di sviluppare questa importante campagna di comunicazione legata all’ambiente. Fai, fai bene, di’ ciò che fai». Queste le parole di Giorgio Tanoni, CEO di GoodCom, che ha da sempre creduto fortemente nel potere strategico della sostenibilità.