“Grana Padano crede fortemente nelle nuove generazioni e Smart Future Academy rappresenta un’ottima occasione di dialogo attraverso la quale condividere esperienze e fornire spunti di riflessione in merito alle scelte da compiere durante la vita. Ho cercato di trasmettere ai ragazzi la passione, i valori e l’etica che la mia attività professionale, sia di produttore di formaggio sia di presidente del Consorzio, mi ha insegnato. In un comparto come quello dell’agroalimentare, così affascinante ed aperto alla voglia di sperimentazione e alla fantasia, sono certo che i giovani potrebbero trovare degli sbocchi interessanti per la loro futura carriera lavorativa”.

Con queste parole Nicola Cesare Baldrighi, presidente del Consorzio di Tutela Grana Padano, è intervenuto durante la giornata milanese della Smart Future Academy, tenutasi presso il Teatro Ciak. Durante l’evento il presidente del Consorzio del prodotto DOP più consumato al mondo ha dialogato con i ragazzi e ha condiviso con loro la sua esperienza, delineando anche quali prospettive offre il settore agroalimentare a tutti i giovani interessati.

“I nostri ragazzi – continua Nicola Cesare Baldrighi – devono capire che questo comparto, fondamentale per l’economia italiana, richiede professionalità e capacità d’innovazione per continuare a soddisfare le esigenze di un mercato con standard qualitativi sempre più elevati. L’agricoltura, come l’industria, è ormai in piena fase 4.0 e questa evoluzione, che necessita una preparazione specifica e un continuo aggiornamento, può fornire quegli stimoli utili ad appassionare i giovani alla ricerca di un’esperienza lavorativa tutt’altro che monotona. Non mi resta, quindi, che consigliare il settore dell’agroalimentare alle future generazioni: è uno sbocco professionale che, con la giusta preparazione e l’impegno quotidiano, dare grandi soddisfazioni”, conclude il presidente del Consorzio di Tutela del Grana Padano DOP.