Da domenica 28 giugno fino a settembre il cinema italiano racconta la nuova Pasta Barilla 100% Grano Italiano, attraverso tre film di prodotto realizzati per la campagna “Nata sotto il cielo d’Italia”.

Gli spot d’autore, espressione di un cinema italiano che mette in scena l’universo valoriale Barilla e pone al centro le persone, sono firmati dai tre grandi registi Sergio Rubini, Daniele Luchetti e Alessandro Genovesi. Protagonista comune è la nuova Pasta Barilla, il grande rilancio di un prodotto iconico in Italia e nel mondo, una pasta oggi ancora più buona, corposa e realizzata con grani selezionati coltivati e lavorati nel Bel Paese.

Sulle note della celebre canzone italiana, Azzurro, in una nuova versione a pianoforte elaborata da Vittorio Cosma, i registi aprono uno spaccato sulle proprie vite e abitudini: Sergio Rubini con la moglie Carla cucina a casa propria per un gruppo di amici; Daniele Luchetti mostra un frammento intimo ed emozionante della sua vita famigliare; Alessandro Genovesi racconta invece la nascita di una storia romantica tra vicini di casa, ispirata a un suo grande amore.

“Dopo l’esperienza del lockdown, in una società che si sente profondamente cambiata e sta lavorando per tornare alla normalità, non era semplice produrre uno spot che potesse rappresentare questo momento: la voglia di tornare a vivere le piccole gioie quotidiane insieme alle persone che amiamo – spiega Elena Tabellini, VP Marketing Italia Barilla e Voiello – Abbiamo scelto la strada dell’autenticità e chiesto a tre grandi registi di rappresentare con sincerità come vivono la quotidianità e le relazioni oggi. La massima espressione di questo concetto è stata manifestata anche nella regia e nella scelta delle location: le case dei registi e l’utilizzo di famigliari e amici negli spot. Ciascuno di loro ha dato una personale interpretazione della Nuova Barilla associando alla pasta significati in cui in realtà ognuno di noi può riconoscersi evocando quel sentimento di vicinanza ed empatia che la campagna ‘Nata sotto il cielo d’Italia’ vuole trasmettere”.