Dal PREPARATO PER PANE NERO AI 7 CEREALI CON SEMI DI GIRASOLE E SESAMO, prodotto che riporta in auge grani antichi in una miscela innovativa e pratica nell’utilizzo, alla FARINA D’AMERICA MANITOBA TIPO “0” e la FARINA DI GRANO TENERO TIPO “1” MACINATA A PIETRA. La FARINA “00”, che rimane uno dei grandi classici in GDO, risulta ai primi posti anche online, ma nella versione ANTI GRUMI GRAN MUGNAIO, un’eccellenza che premia il forte know how che Molino Spadoni vanta nel settore. Seguono il PREPARATO PER PANE FARRO E GRANO SARACENO, il PREPARATO PER PANE BIANCO CON FARINA TIPO “1” e il PREPARATO PER PANE ALLA CURCUMA. L’andamento dell’e-commerce aziendale si rivela così un prezioso osservatorio sul cambiamento che ha interessato le abitudini d’acquisto nell’epoca del Covid-19.

Da sempre leader nel mondo delle farine, l’azienda continua a stuzzicare e assecondare la crescente vena creativa degli italiani. Un approccio che il brand, con la sua centenaria expertise, ha sempre mantenuto, facendolo diventare un elemento fortemente distintivo: è con questa conoscenza delle tecniche di trasformazione, gestite direttamente nel molino aziendale, che le diverse varietà di farine vengono lavorate e arricchite da innovativi elementi di servizio, che permettono al consumatore di trarre il meglio sia dal punto di vista della lavorazione che della praticità d’uso. Ed è proprio una nuova figura di cliente quella che si è delineata nelle ultime settimane al customer care: la qualità delle domande, molte delle quali di natura tecnica, unita alla voglia di chiedere informazioni per conoscere più approfonditamente i prodotti, tratteggia un nuovo consumatore-tipo, più informato, consapevole ed evoluto. Il desiderio di sperimentare con referenze non convenzionali e ricercate, dunque, trova riscontro anche in questo aspetto.

Referenze particolari e innovative, cartina di tornasole di un mutamento nei consumi che non ha colto impreparata un’azienda fortemente strutturata, in grado di rispondere immediatamente a una nuova domanda, sia per quanto riguarda la mole di richieste che per la tipologia di prodotti ricercati. La profondità di gamma in portfolio si è rivelata così un aspetto vincente anche in questo periodo, e racconta di una realtà produttiva sempre “pronta”, capace di soddisfare i bisogni del mercato in ogni momento. Un’attenzione che soddisfa i desideri più classici, ma che ha dimostrato di solleticare l’interesse dei consumatori verso nuove frontiere gastronomiche, assecondando i cambiamenti socio-culinari emergenti.

Risultati che evidenziano un mix di tradizione e voglia di sperimentare, e confermano un rinnovato apprezzamento per i panificati fatti in casa, dimostrando ancora una volta come la farina, anche nelle sue più moderne versioni, sappia ancora unire tutti nel cuore della casa, la cucina.