Ricola ancora con Maurits Cornelis Escher, ma per la prima volta al Salone degli Incanti di Trieste! Ricola ha infatti preso a cuore le opere dell’artista visionario olandese tanto da averne supportato – in qualità di special partner – cinque precedenti mostre monografiche di successo, tutte organizzate da Arthemisia, presso il Chiostro del Bramante di Roma, Palazzo Albergati di Bologna, al Museo di Santa Caterina a Treviso, presso Palazzo Reale di Milano e a Palazzo delle Arti di Napoli.

Questa nuova grande mostra antologica, visitabile dal 18 dicembre 2019 al 7 giugno 2020, ripercorre attraverso 8 sezioni e circa 200 opere la vita artistica di Escher e la maturazione del suo studio figurativo; tra le più iconiche della sua produzione Mano con sfera riflettente (1935), Vincolo d’unione (1956), Metamorfosi II (1939), Giorno e notte (1938) e la serie degli Emblemata. La rassegna include, per la prima volta al mondo, una novità assoluta: una sezione dedicata alla serie I giorni della Creazione – un nucleo di sei xilografie realizzate tra il dicembre 1925 e il marzo 1926 – che racconta i primi sei giorni della Creazione del Mondo.

Ricola è in partnership con Arthemisia da molti anni ormai e anche in quest’occasione, non mancheranno le inconfondibili caramelle svizzere. I visitatori avranno la possibilità di assaggiare l’ultimo nuovissimo gusto lanciato da Ricola: Azione Glaciale, la caramella che unisce alle tradizionali 13 erbe, una dose extra di mentolo naturale e olio essenziale di menta, per respiro immediato.

Ricola, azienda familiare Svizzera di lunga tradizione, è da quasi 90 anni sinonimo di qualità nella produzione di specialità a base di erbe officinali naturali. Ricola ha saputo diventare leader del mercato, mantenendo salde nel tempo le sue posizioni, riconoscendo che il successo commerciale non debba essere solo uno scopo fine a sé stesso ma che, seguendo la filosofia aziendale, possa essere il punto di partenza per l’azienda per assumersi maggiori responsabilità. L’obiettivo di Ricola infatti è di garantire un costante impegno nei confronti dei consumatori, della natura e dell’ambiente. In quanto azienda profondamente legata alla natura, Ricola attribuisce molta importanza alla qualità delle materie prime e per questo motivo le erbe utilizzate per la produzione dei suoi prodotti provengono esclusivamente da colture controllate e rispettose dell’ambiente. Tali erbe, coltivate in esclusiva per Ricola da più di un centinaio di aziende agricole elvetiche selezionate, non hanno solo una forza aromatica, ma anche una particolare forza interiore: la forza corroborante della natura. L’impegno aziendale si estende anche ad aspetti non esclusivamente economici come, ad esempio, il mantenimento e la promozione di valori culturali legati all’arte e all’architettura. La Ricola Holding AG infatti, colleziona sin dagli anni Settanta arte contemporanea svizzera raccolta in una collezione esposta negli edifici della sede del Gruppo Ricola. Nel corso degli anni si è formata una collezione di notevole spessore qualitativo, in cui sono rappresentati molti artisti affermati con le loro opere giovanili. La collezione comincia con dipinti di Richard Paul Lohse, Max Bill, Camille Graeser e Verena Loewensberg, divenuti famosi col nome di “Zürcher Konkrete”, e riunisce in particolare svariati dipinti costruttivisti e teorici, fotografie e lavori su carta, nonché opere di matrice espressionista che hanno il corpo come protagonista. Fra le acquisizioni più importanti si contano opere, o gruppi di opere, firmate da Christoph Büchel, Jacques Herzog, Bruno Jakob, Karim Noureldin, Vaclav Pozarek, Shirana Shahbazi, Anselm Stalder e Erik Steinbrecher. L’attività collezionista della famiglia Richterich, iniziata dal fondatore Emil Richterich-Beck, è un aspetto molto presente nella cultura aziendale, che continua così a sostenere l’attività artistica – con particolare attenzione – a quella contemporanea in Svizzera. In occasione di corsi interni di formazione, il personale viene infatti introdotto al linguaggio dell’arte, presentato nei suoi contesti storici, sociali ed artistici. Inoltre, la presenza di una biblioteca offre a tutti i collaboratori la possibilità di consultare le più recenti ed importanti pubblicazioni relative agli artisti presenti nella collezione del Gruppo Ricola. Infine, vengono proposte anche visite guidate aperte al pubblico, per dare l’occasione a tutti i visitatori di conoscere le opere della collezione.

“Ricola è pronta per l’esordio al Salone degli Incanti presso il Centro Espositivo d’Arte Moderna e Contemporanea in Trieste, e le caramelle saranno ottime compagne di tutti gli estimatori di Escher”, afferma Luca Morari, Amministratore Delegato Divita srl, azienda che dal 2006 distribuisce la gamma di specialità Ricola in Italia. “L’esposizione dedicata al geniale talento di Escher ha già riscosso grandissimo successo durante le precedenti mostre e siamo perciò fiduciosi di poter contare nuovamente su un grande riscontro, anche da parte del pubblico di Trieste.”