Una serata per parlare di carne prodotta in Italia, di qualità, ma soprattutto di consapevolezza alimentare e di filiera, del circolo virtuoso generato dalla corretta sinergia tra normative, allevatori e distribuzione che consente di portare ogni giorno sulle nostre tavole prodotti buoni, sani, controllati e garantiti: questo l’appuntamento che raduna istituzioni, media e stakeholder del settore food e zootecnico, voluto dal neonato Consorzio Sigillo Italiano, riconosciuto con decreto dal Mipaaf che identifica le produzioni zootecniche di qualità superiore ottenute con il Sistema di Qualità Nazionale Zootecnia.

Un’occasione speciale, a ridosso delle festività natalizie, per far toccare con mano, o per meglio dire con il palato, tutto il sapore e la qualità della carne certificata Consorzio Sigillo Italiano, interpretata per l’occasione nelle straordinarie preparazioni di Davide Oldani e della sua brigata. Nella magica atmosfera d’altri tempi di Casavilla a Cornaredo, lo chef ha infatti curato per gli ospiti uno showcooking a quattro mani con il giovane macellaio Giovanni Cavasin e una cena all’interno delle sale della villa.

Consorzio Sigillo Italiano, nato per iniziativa degli stessi allevatori e pilastro del Piano Carni Bovine Nazionale, vuole essere una risposta alla necessità di supportare, garantendo origine e qualità, la consapevolezza dei consumatori in un contesto commerciale vasto e diversificato, dove il made in Italy chiede sempre di più di essere tutelato rispetto alla concorrenza straniera: con il logo Consorzio Sigillo Italiano, rappresentato da una “Q” con al centro un’immagine dell’Italia con le tinte del tricolore, il consumatore può individuare immediatamente la carne certificata, senza perdersi nella giungla delle etichette, sicuro di acquistare una carne ottenuta nel rispetto dei Disciplinari di produzione stabiliti dal Sistema di Qualità Nazionale Zootecnia (SQNZ) e riconosciuti dalla Commissione Europea. “Vitellone e Scottona allevati ai cereali”,Fassone di Razza Piemontese“, “Bovino Podolico al Pascolo“, “Uovo + Qualità ai cereali: questi i Disciplinari  che finalmente consentono ai produttori di proteggere, comunicare e rendere identificabili le loro produzioni zootecniche e garantire ai consumatori elevati standard produttivi con allevamenti protetti, qualità dell’alimentazione, tracciabilità delle carni, sicurezza alimentare.

Dopo un primo debutto innanzi agli addetti ai lavori, in occasione di TUTTOFOOD nel maggio 2019, la carne certificata Consorzio Sigillo Italiano è giunta quindi, nel mese di novembre 2019, anche sugli scaffali della grande distribuzione, grazie alla partnership siglata con i supermercati Il Gigante, che ha inserito nelle proprie macellerie carne garantita e di qualità superiore in oltre 50 punti vendita tra Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna