Talisker Whisky ha proclamato Giorgio Lupi, bar manager del Central Cocktail Bar di Torino, vincitore della gara “Wild Spirit Bartender”, una competizione che ha visto sfidarsi mixologist provenienti da tutto il mondo. Dal Bahrain alla Nuova Zelanda, passando per l’India, decine di bartender hanno inviato le proprie candidature-video su Instagram per aggiudicarsi la gestione del Wilderness Bar, location esclusiva in mezzo all’oceano creata in occasione della partenza della Talisker Whisky Atlantic Challenge 2019.

Giorgio potrà così ora raggiungere il team di Talisker sull’isola de La Gomera, nelle Canarie, dove servirà i suoi “wild cocktails” durante una serie di eventi che anticiperanno l’inizio della Talisker Whisky Atlantic Challenge 2019: la gara di canottaggio più dura al mondo, che ogni anno vede sfidarsi diversi team per attraversare l’oceano Atlantico nel minor tempo possibile.

La Talisker Whisky Atlantic Challenge, oltre a coinvolgere gli sportivi più coraggiosi ha cercato quest’anno anche gli spiriti più avventurosi e tenaci tra i bartender di diverse nazioni, per mostrare il “wild spirit” della competizione anche dietro il bancone. Giorgio ha vinto grazie a un video in cui preparava il “wild drink” perfetto, ha infatti abbinato il whisky Talisker invecchiato 10 anni a bacche selvatiche ed erbe aromatiche, filtrando poi il tutto con un metodo naturale, nel totale rispetto degli ingredienti e dell’ambiente, rispecchiando la passione di Talisker per la natura e gli elementi.

Giorgio sarà così bar manager del “Wilderness Bar”, un bar unico tra le rocce vulcaniche e le scogliere dell’isola de La Gomera. È in questa location, segreta e accessibile solo via mare, che dovrà stupire gli ospiti nei giorni prima dell’attesissimo kick-off. Giorgio, bartender con più di 17 anni di esperienza, è stato scelto proprio per la sua sintonia con gli elementi che circondano il Wilderness Bar e i suoi drink rappresenteranno il serve perfetto per le serate sull’isola dell’Atlantico.

Il Wild Spirit Bartender e vincitore Giorgio Lupi ha così commentato: “ Sono davvero elettrizzato all’idea di unirmi al team di Talisker sull’isola de La Gomera al Wilderness Bar – vincere la Wild Spirit Bartender competition è un’emozione unica e l’opportunità di una vita. Appena ho visto il contest su Instagram ho capito che sarebbe stato il ruolo perfetto per me, sono un vero Wild Spirit e ho voluto mettere tutta la mia passione nel mio drink, per portare la natura e gli elementi dentro il bicchiere, in un vero Wild Serve. Non vedo l’ora di iniziare dietro al bancone del Wilderness Bar a La Gomera nei giorni prima dell’Atlantic Challenge! ”

L’edizione 2019 della Talisker Whisky Atlantic Challenge, la gara di canottaggio più dura al mondo, partirà a La Gomera tra meno di una settimana, il 12 dicembre, con più di 100 partecipanti al via. Una sfida al limite tra le acque dell’oceano, dove solo la forza di volontà permetterà ai team di raggiungere la destinazione finale in America, ad Antigua, distante più di 3000 miglia dalle Canarie.

Natalia Montigny, Head of Marketing di Talisker, ha dichiarato: “ Siamo un brand che vive per l’avventura e per celebrarne lo spirito e Giorgio rappresenta alla perfezione queste caratteristiche. Il suo lavoro richiama la sua provenienza tra le valli alpine del Lanzo, così come tutti gli ingredienti che ha utilizzato, freschi e audaci proprio come i partecipanti riuniti per la gara. Siamo davvero impazienti di vedere Giorgio all’opera nel Talisker Wilderness Bar.”

Talisker è la distilleria di Single Malt Scotch Whisky più antica tra le coste dell’isola di Skye. Si tratta di uno dei luoghi più remoti e con il clima più rigido di tutta la Scozia, che sa però offrire paesaggi unici e magnifici nella sua naturalezza. Chi beve Talisker è istantaneamente connesso con la forza degli elementi, grazie alle note di gusto che richiamano il paesaggio marino, il mare indomabile, imponente e accogliente allo stesso tempo. Una forza elementare, adorata e sfidata dall’uomo e che, una volta scoperta, raramente si abbandona.