Gruppo Cosentino presenta la seconda edizione dello studio ‘Global Kitchen: la cucina, fulcro della casa moderna’: spazio multifunzionale, eco-friendly e unisex, sempre più protagonista sui social media

Il Gruppo Cosentino presenta la seconda edizione dello studio “Global Kitchen: la cucina, fulcro della casa moderna” condotto dal Silestone Institute, piattaforma di studio e ricerca a livello internazionale promossa da Cosentino. Dopo la prima edizione del 2017, i nuovi risultati mostrano oggi come i cambiamenti sociali e gli stili di vita moderni stiano influenzando il design e le modalità di fruizione della cucina domestica.

Questo spazio multifunzionale ha riconquistato una posizione centrale nella casa, dove da un lato continua ad ospitare attività tradizionali come la preparazione dei pasti, ma dall’altro è anche testimone di un mutato atteggiamento nei confronti di temi quali la salute, il benessere e l’ambiente. Protagonisti per eccellenza di questo spazio sono i social media che, oggi più che mai, permettono agli utenti di approfondire la cultura gastronomica e di adattare le proprie abitudini di consumo a precisi criteri di efficienza energetica, sostenibilità e riciclo.

La prima ricerca del 2017 aveva coinvolto un panel di 800 professionisti e rivenditori di cucine di tutto il mondo chiamandoli a delineare quelle che, secondo loro, sarebbero state le tendenze della cucina del futuro. Il progetto aveva messo in luce come, nel corso dei successivi 25 anni, la cucina si sarebbe configurata come uno spazio multifunzionale, iperconnesso e salutare: tesi che oggi trova già fondamento in molte case moderne e che costituisce il punto di partenza per il secondo studio.

Con questa nuova edizione 2019, Cosentino e il Silestone Institute si propongono di offrire un quadro di analisi più approfondito sulle conseguenze e le sfide derivanti dalla nuova centralità dello spazio cucina, mettendone in luce il significato nella vita quotidiana individuale e familiare. Seguendo la metodologia propria del progetto, la nuova ricerca ha previsto la raccolta, attraverso interviste individuali, sia dei pareri autorevoli di 23 professionisti internazionali in diverse discipline (chef, sociologi, architetti, interior designer, nutrizionisti, influencer ed esperti di cucina e gastronomia), sia l’opinione dei consumatori finali di età compresa tra i 18 e i 65 anni, di estrazione sociale media, medio-alta e alta e appartenenti a paesi tra loro culturalmente lontani tra cui Italia, Australia, Canada, Scandinavia, Singapore, Spagna, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito e Stati Uniti. Parallelamente, in otto paesi (tutti quelli elencati sopra ad eccezione della Scandinavia) è stato proposto anche un breve sondaggio sul rapporto tra cucina/gastronomia e social network, attraverso la pagina Facebook di Cosentino.