Nel nuovo ciclo didattico dell’Accademia di Antonino Cannavacciuolo, i giovanissimi cuochi si occupano della vera eccellenza italiana conosciuta in tutto il mondo: la dieta mediterranea. Sinonimo stesso di “cucina italiana”, vanta anche il riconoscimento dell’Unesco, che l’ha inserita nella Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. Per i ragazzi di ANTONINO CHEF ACADEMY – produzione originale Endemol Shine Italy per Sky – la dieta mediterranea è al centro del test sulle tecniche di cucina, in apertura della puntata di domani, 3 dicembre, su Sky e NOW TV: i ragazzi dovranno infatti eseguire ricette ispirate a ricordi personali che rispettino e valorizzino la cucina delle terre bagnate dal Mare nostrum.

A seguire, i giovani chef si spostano nel mercato di Omegna, in provincia del Verbano-Cusio-Ossola, in Piemonte, per il test fuori sede: divisi in due squadre, si sfideranno realizzando un menu di tre portate degno di un ristorante gourmet, ma con un budget ridotto.

Infine, a chiusura del ciclo didattico del quarto appuntamento di ANTONINO CHEF ACADEMY, nel test di approfondimento Chef Cannavacciuolo ospita lo chef e bartender Filippo Sisti, pioniere della cucina liquida, sinonimo di novità e sperimentazione: gli allievi dovranno ideare delle portate che esaltino il connubio tra food & beverage.

Anche nell’appuntamento di ANTONINO CHEF ACADEMY di domani, martedì 3 dicembre – in onda alle 21.15 su Sky Uno (canale 108, digitale terrestre canale 455), sempre disponibile on demand, visibile su Sky Go, su smartphone, tablet e PC, anche in viaggio nei Paesi dell’Unione Europea, e in streaming su NOW TV – ai giovani chef verrà assegnato un voto per ognuna delle prove: la somma andrà a determinare la classifica finale.

Gli Official Sponsor di ANTONINO CHEF ACADEMY sono: Lollo Caffè (Dical S.r.l.), Foxy Asso Ultra, La Drogheria 1880.