Oggi la conferenza stampa di presentazione del progetto europeo EEQF a Madrid. Ospiti il Presidente di Slow Food Madrid, Juan Josè Burgos, e lo chef stellato Ferdinando Bernardi.

Madrid, 18 novembre 2019 – Al via il ciclo di eventi di presentazione di EEQF in Europa, nella Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. Oggi a Madrid nella sede della Camera di Commercio, si tiene la presentazione del progetto a cui segue la degustazione dei prodotti italiani a Indicazione Geografica. Alla tavola rotonda di oggi partecipa Libero Giovanni Stradiotti, Presidente del Consorzio Tutela Provolone Valpadana, il Presidente di Slow Food MadridJuan José Burgos e lo chef del ristorante stellato Orobianco di Madrid, Ferdinando Bernardi. Modera la tavola rotonda il giornalista di El Mundo, Alberto Luchini.

Al centro del dibattito, il boom nelle vendite delle Indicazioni Geografiche, sebbene in un mercato promettente ma ancora da educare.

A seguire, degustazioni e un menu specifico cucito sui gusti del consumatore locale e realizzato con i prodotti del progetto a cura di Ferdinando Bernardi chef stellato del ristorante italiano Orobianco di Madrid.

Nell’occasione verranno presentate le prossime attività EEQF in Spagna, in particolare saranno proposti due workshop formativi all’anno, nel 2020 a Madrid e Barcellona dedicati all’approfondimento sui prodotti, la loro storia il processo produttivo, sempre accompagnati dalla degustazione guidata con analisi delle caratteristiche sensoriali. EEQF propone in Spagna anche tre Lifestyle Week in tre location spagnole diverse per ogni anno. Durante le settimane dedicate saranno preparati menù ad hoc e serate tematiche di degustazione con formazione dei ristoratori sull’utilizzo e le caratteristiche dei prodotti,

EEQF, acronimo per “Enjoy European Quality Food”, lanciato a Milano lo scorso 3 ottobre, è un progetto triennale co-finanziato dall’Unione Europea dedicato all’informazione e alla valorizzazione di prodotti enogastronomici d’eccellenza con certificazioni quali DOP, Denominazione di Origine Protetta, DOCG, Denominazione di Origine Controllata e Garantita, IGP, Indicazione Geografica Protetta e STG Specialità Tradizionale Garantita. La scelta di coinvolgere quattro paesi europei oltre all’Italia nasce dal proposito di avvicinare consumatori, trade e opinion leader al mondo dell’enogastronomia italiana ed europea. Nel corso dei tre anni saranno organizzati seminari, degustazioni, workshop ed iniziative promozionali, grazie al supporto di partner locali di prestigio quali le Camere di Commercio e agenzie di comunicazione.

I prodotti protagonisti sono sei tra vini, formaggi e olio, italiani: l’Asti DOCG, il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, il Vino Nobile di Montepulciano DOCG, il Provolone Valpadana DOP, l’Olio Extravergine d’Oliva Toscano IGP, la Mozzarella STG.