Anuga vetrina mondiale del settore food e beverage che punta i riflettori sui prodotti innovativi e sulla sostenibilità: queste le ragioni per cui Noberasco ha scelto di essere nuovamente presente. Dal 5 al 9 ottobre a Colonia l’azienda ha accolto visitatori, partner, fornitori e presentato nel suo spazio green quanto sia ‘Facile star bene’ con i prodotti bio, le novità di filiera italiana, il progetto Sri Lanka ed il packaging sostenibile.

La settimana di Anuga non è stata solo positiva per incontri e vivaci contaminazioni con altre realtà, ma soprattutto momento di orgoglio per l’azienda, per essere stata insignita degli Italian Food Awards 2019 durante la serata inaugurale. Noberasco ha ricevuto l’ ambito premio per i prodotti alimentari più innovativi presentati in fiera del segmento snacks con le nuovissime Caldarroste Express, il cui lancio ufficiale avverrà a fine mese.

Grande attenzione è stata anche dedicata al debutto di nuove gamme di prodotto nate in seguito ad importanti accordi di filiera: il primo con FILIERA ITALIA in partnership con Coldiretti, finalizzata a valorizzare prodotti 100% made in Italy che ha portato a due nuove varianti di Crokkamela con Mela Golden e Mela Imperatore. Il secondo con lo Sri Lanka, dove Noberasco ha siglato un accordo finalizzato a sviluppare opportunità di fair trade di tutela della produzione e dei produttori, mediante una filiera controllata di mango, ananas e cocco, puntando su frutta naturalmente maturata ed essiccata al sole in uno dei migliori paesi produttori al mondo di frutta esotica.

Ulteriore driver di sviluppo del prossimo, ma già vicino, futuro è l’impegno concreto verso un tema quanto mai attuale: la sostenibilità. Noberasco da sempre ricerca soluzioni innovative per minimizzare l’impatto ambientale partendo dai processi produttivi fino ai materiali di confezionamento. Per questo ha già scelto per alcune referenze un confezionamento con base cartacea: un pack green certificato AT CELCA che garantisce la smaltibilità delle buste nel circuito della carta. Garantire il consumo della frutta lontano dal momento del raccolto, senza comprometterne i contenuti nutrizionali è da sempre uno dei pilastri dell’azienda. Oggi più che mai questa missione è supportata da piccoli grandi gesti nel rispetto dell’ambiente.