Confagricoltura ha bandito la prima edizione del Premio Nazionale per l’innovazione nel settore dell’agricoltura, rivolto alle imprese agricole che abbiano sviluppato o implementato soluzioni innovative nel settore, riconoscendo all’imprenditorialità agricola il ruolo di vero motore dello sviluppo, non solo aziendale ma anche territoriale.

Genagricola ha partecipato presentando il progetto di valorizzazione Ca’ Corniani – Terra d’avanguardia e ha vinto il premio nella sezione dedicata a Smart City e Smart Land: in questa categoria rientravano tutte le innovazioni sviluppate da aziende agricole con influenze nel rapporto tra agricoltura e territorio.

La cerimonia di premiazione si è tenuta a Roma il 17 luglio, a ritirare il premio Giancarlo Fancel Presidente Genagricola che così ha commentato: “La capacità di guardare avanti è il filo conduttore che a Cà Corniani tiene insieme impresa, territorio e comunità dal 1851. Confagricoltura ha premiato il progetto di riqualificazione di Ca’ Corniani come simbolo di una campagna rinnovata, in grado di offrire benefici alla comunità, con lo sviluppo di nuove infrastrutture paesaggistiche, con la valorizzazione culturale, naturalistica e funzionale dell’intera proprietà”.

Ca’ Corniani, con i suoi 1770 ettari di estensione nell’entroterra di Caorle, rappresenta la più estesa Azienda agricola di Genagricola, fondata nel 1851 e oggetto della prima e più ampia bonifica della storia d’Italia. Il progetto di valorizzazione della storica tenuta che combina agricoltura, arte e paesaggio ha l’obiettivo di promuovere e rendere visibile l’attività dell’Azienda attraverso esperienze museali e paesaggistiche, attività ludiche e ricreative.

Il binomio arte e agricoltura e l’apertura alla comunità rientrano nella filosofia di Valore Cultura, il programma di Generali Italia nato nel 2016 con l’obiettivo di rendere l’arte e la cultura accessibili a un pubblico sempre più ampio, unendo l’approccio innovativo che storicamente distingue Ca’ Corniani e l’obbiettivo di apertura alla comunità e accessibilità tipico delle iniziative Valore Cultura.

All’attività primaria dell’agricoltura si affiancano dunque una serie di iniziative per la collettività: all’interno della Tenuta sono installate opere d’arte monumentali, 32 km di percorsi ciclopedonali connettono Cà Corniani con il territorio e il recupero conservativo delle storiche infrastrutture prevede mostre fotografiche, allestimenti multimediali ed eventi gratuiti rivolti alla comunità.

Cà Corniani – Terra d’avanguardia racchiude in sé innovazione e risorse e rappresenta un esempio di turismo esperienziale capace di portare l’attenzione anche sui territori dell’entroterra meritevoli di essere scoperti.